Lombardia: Evoluzione annuale della Qualità del Latte

In questa pagina trova spazio un'analisi della Qualità del latte in Lombardia. I dati ed i grafici proposti descrivono l’andamento della qualità del latte bovino nel periodo gennaio 2015 - agosto 2018 sia a livello Regionale, sia in ambito Provinciale.
La sovrapposizione dei grafici, delle diverse annate produttive, permette di evidenziare l’andamento fenotipico, in funzione della continua evoluzione selettiva applicata dagli allevatori sulla “mandria Lombardia” ed in funzione dell’andamento climatico stagionale che condiziona le produzioni foraggere, base indispensabile e strettamente correlata ad una produzione lattiera.
Per ciascun parametro vengono evidenziati i valori medi ponderati, calcolati considerando la quantità di latte prodotto e commercializzato mensilmente dal singolo produttore lombardo moltiplicata per la media dei valori analitici delle analisi per il pagamento della qualità (minimo due campionamenti al mese).

Per i parametri grasso, proteine, lattosio, caseine, è utilizzata la media ponderata aritmetica, mentre per Cellule Somatiche e Carica Batterica è stato introdotto il calcolo della media geometrica, anch’essa ponderata per le quantità di latte di ogni azienda. Questa opzione soddisfa l’esigenza di adottare criteri che consentono una più efficace valutazione della qualità reale delle produzioni, ridimensionando l’incidenza di picchi isolati dei parametri influenzati da aspetti igienico-sanitari.

I valori ponderati, nonostante le innumerevoli tipologie di allevamenti Lombardi, danno la possibilità di valutare l’intera produzione lattifera, regionale o provinciale, come se fosse conferita da un unico produttore.

I parametri presi in considerazione sono:

  • Cellule Somatiche (cellule per millilitro), la fascia evidenziata descrive una zona di attenzione, che va dalle 300.001 alle 350.000 Cellule Somatiche per ml.
  • Grasso (grammi/100 millilitri, Peso/Volume), la fascia evidenziata descrive una zona di attenzione, compresa tra 3,7 g/100ml e 3,8 g/100ml P/V.
  • Proteine (grammi/100 millilitri, Peso/Volume), la fascia evidenziata descrive una zona di attenzione, compresa tra 3,25 g/100ml e 3,30 g/100ml P/V.
  • Lattosio (grammi/100 millilitri. Peso/Volume).
  • Caseine (grammi/100 millilitri, Peso/Volume), la linea orizzontale individua una soglia di attenzione a 2,68 g/100ml P/V.
  • Carica Batterica (unità formanti colonie per millilitro), la fascia evidenziata descrive una zona di attenzione, compresa tra 30.000 u.f.c./ml e 100.000 u.f.c./ml.

Per ogni parametro, al grafico che visualizza l’andamento regionale seguono i grafici dei dati per provincia. Sopra ogni grafico è indicata la quantità totale del latte prodotto e commercializzato nel periodo gennaio - agosto 2018 dai produttori oggetto della specifica analisi. Per Cellule Somatiche, Grasso, Proteine e Carica Batterica le fasce di attenzione corrispondono alla franchigia nell’ambito del sistema di Pagamento Latte Qualità (PLQ) regionale lombardo.

NB: spostando il puntatore del mouse lungo le curve, è possibile evidenziare i valori mensili.

Questa pagina è stata sviluppata nel contesto di un progetto sinergico tra Unioncamere Lombardia, DG Agricoltura Regione Lombardia, ARAL e CLAL, con l'obiettivo di comunicare agli operatori della filiera lattiero-casearia lombarda, nonché dei consulenti gestionali e nutrizionisti, dati ed informazioni a supporto dell’attività imprenditoriale dell’azienda da latte al fine di favorirne lo sviluppo e la crescita.
Lucio Zanini, Specialista SATA (Servizio Assistenza Tecnica alle Aziende) – Settore Qualità Latte