Mais e Soia: dinamica del mercato mondiale

TESEO propone un report mensile sui mercati chiave di Mais e Soia, determinanti per il costo dell'alimentazione bovina.
Ogni mese mantieniti informato con il riassunto od il report completo in PDF, che contengono i dati previsionali di produzione, utilizzo, trade e stock elaborati dal Dipartimento dell'Agricoltura statunitense (USDA-FAS) combinati con i prezzi internazionali (CME Group di Chicago), più un focus sull'Italia.
Le elaborazioni del team di TESEO semplificano la lettura dei dati e permettono un'analisi immediata.

Consumi mondiali di Soia in continua crescita

Pubblicato il 22/11/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Soia per la nuova stagione 2019-20, che iniziata il 1° Ottobre, è stimata a 336,56 Mio Tons, -6% rispetto alla stagione 2018-19.

I consumi di Soia sono in continua crescita e, vista la minore produzione attesa, gli stock finali dovrebbero attestarsi a 95,42 Mio Tons (-13%).

La produzione di Soia del Brasile, principale Produttore mondiale previsto per la stagione 2019-20, dovrebbe attestarsi a 123 Mio Tons (+5,1% rispetto alla stagione 2018-19). La produzione degli Stati Uniti è in frenata (-19,8%). La resa dei terreni statunitensi è in diminuzione. Si registra una diminuzione delle rese anche in Canada ed India.

Export mondiale

L’export globale di Soia nella stagione 2019-20 è previsto pressoché invariato rispetto alla stagione precedente. Maggiori esportazioni previste per Brasile e Stati Uniti compensano la diminuzione prevista per l’Argentina.

I primi dati settimanali dell’export statunitense di Soia nella nuova stagione mostrano già un leggero incremento.

Import mondiale

Nella nuova stagione, la Cina, principale Paese importatore mondiale di Soia, dovrebbe importare maggiori volumi: +3% rispetto alla stagione in corso.

Import dell’Italia

Nei primi 8 mesi del 2019 l’Italia ha incrementato notevolmente gli acquisti di Soia: +27,7% rispetto a Gennaio-Agosto 2018. Stati Uniti e Brasile sono i principali fornitori, più che compensando il forte calo di acquisti dal Canada.

Stati Uniti: minore utilizzo di Mais nella produzione di etanolo

Pubblicato il 17/10/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Mais per la stagione 2019-20, iniziata il 1° Settembre, è stimata al livello di 1104,01 Mio Tons, in diminuzione rispetto alle previsioni recenti. 

La produzione è prevista in diminuzione dell’1,7% rispetto alla stagione scorsa, riflettendo minori raccolti negli Stati Uniti (-4,4%), per una diminuzione delle aree coltivate, ed in Cina (-1,3%), i principali Produttori mondiali. Per il Brasile si stima un raccolto stabile, mentre per l’UE-28 un lieve aumento (+0,9%).

Per gli Stati Uniti si prevede anche un minor utilizzo nella produzione di etanolo

Export mondiale

L’export mondiale di Mais per la stagione 2019-20 è atteso a 169,9 Mio Tons (-6,3% rispetto alla stagione 2018-19). Si stima una diminuzione dell’export per i 4 principali Player (Stati Uniti, Brasile, Argentina e Ucraina) , che rappresentano una quota dell’87%.

Import mondiale

L’Unione Europea, principale importatore di Mais, nella nuova stagione 2019-20 dovrebbe ridurre gli acquisti (-15,3%).
Prosegue invece il trend crescente delle importazioni del Messico (+4,8%).

Import dell’Italia

I dati dei primi 7 mesi del 2019 relativi all’import dell’Italia di Mais registrano un aumento complessivo del +9,5% ed evidenziano acquisti in forte crescita da Ungheria (+13,9%) e Slovenia (+273,4%), che più che compensano una diminuzione dei volumi importati dall’Ucraina (-13,6%).

In recupero l’export di Soia degli Stati Uniti

Pubblicato il 17/09/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Soia per la nuova stagione 2019-20, che inizierà il 1° Ottobre,  è stimata a 341,39 Mio Tons, -5,4% rispetto alla stagione 2018-19. 

I consumi di Soia sono in continua crescita e, vista la minore produzione attesa, gli stock finali dovrebbero attestarsi a 99,19 Mio Tons (-11,8%).

Nella stagione 2018-19 gli Stati Uniti hanno rappresentato il primo Produttore mondiale di Soia con una produzione di 123,7 Mio Tons, ma per la stagione 2019-20 si prevede una produzione di 98,9 Mio Tons (-20,1%). La resa dei terreni statunitensi è stimata a 47,9 bushel per acro (3,26 tons per ettaro).

Il Brasile, nella stagione 2019-20, dovrebbe conquistare il primo posto nella classifica dei Produttori globali di Soia, con una quota del 36% ed una produzione pari a 123 Mio Tons (+5,1%), che riflette anche l’aumento delle rese dei terreni.

Export mondiale

L’export globale di Soia negli ultimi mesi è stato inferiore alle attese per il Brasile, mentre USA e Argentina hanno esportato più del previsto, in particolare verso la Cina. 

I dati settimanali mostrano che, dopo la significativa diminuzione della prima metà dell’annata agraria, l’export statunitense ha iniziato un recupero a partire da Aprile, e nel mese di Agosto ha superato i livelli del 2018. Nel periodo Gennaio-Luglio 2019 gli Stati Uniti, dopo la frenata del 2018, hanno incrementato le vendite di Soia verso la Cina del +33%.

Per l’annata agraria 2019-20 si prevedono maggiori esportazioni per i tre principali esportatori (Brasile, USA, Argentina).

Import mondiale

Nella nuova stagione, la Cina, principale Paese importatore mondiale di Soia, dovrebbe importare maggiori volumi: +2,4% rispetto alla stagione in corso.

Import dell’Italia

Nel primo semestre del 2019 l’Italia ha incrementato notevolmente gli acquisti di Soia: +23,3% rispetto a Gennaio-Giugno 2018. Stati Uniti e Brasile sono i principali fornitori, più che compensando il forte calo di acquisti dal Canada.

Mais: l’export USA risente della competitività di Argentina, Brasile e Ucraina

Pubblicato il 21/08/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Mais per la stagione 2019-20, che inizierà il 1° Settembre 2019, è stimata al livello di 1108,24 Mio Tons, scostandosi dal livello record anticipato a Maggio. La produzione è prevista in diminuzione dell’1,3% rispetto alla stagione precedente, riflettendo minori raccolti negli Stati Uniti ed in Cina, i principali Produttori mondiali.

Si prevede una produzione record per l’Ucraina, pari a 36,5 Mio Tons, che riflette un aumento delle aree coltivate e delle rese rese.

Anche la produzione europea di Mais è stimata in crescita (64,8 Mio Tons): in Romania, Ungheria e Bulgaria si sta producendo più Mais del previsto.

Export mondiale

Nella stagione 2018-19, l’export mondiale di Mais è in forte aumento: +18,5%, secondo le stime al 31 Agosto 2019, in considerazione di crescite significative per Brasile, Argentina ed Ucraina. Per la nuova stagione si prevede una diminuzione complessiva del -3,6%. Solo l’Ucraina dovrebbe aumentare ancora l’export.

Gli aggiornamenti mensili relativi al primo semestre del 2019 segnalano per gli Stati Uniti un export pari a 26,4 Mio Tons, -28,5% rispetto a Gen-Giu 2018. Nella stagione 2019-20 gli Stati Uniti dovrebbero risentire della competitività di Argentina, Brasile e Ucraina, e ridurre ulteriormente l’export (-2,4%).

Import mondiale

L’Unione Europea, principale importatore di Mais, nella nuova stagione 2019-20 dovrebbe ridurre gli acquisti (-10,6%). Prosegue invece il trend crescente delle importazioni del Messico (+8,8%).

Import dell’Italia

I dati dei primi 5 mesi del 2019 relativi all’import dell’Italia di Mais registrano un aumento complessivo del +4,4% ed evidenziano acquisti in forte crescita da Croazia (+194,3%) e Slovenia (+236,1%), che più che compensano una diminuzione dei volumi importati da Ucraina e Romania.

Produzioni di Soia nella nuova stagione: record per il Brasile

Pubblicato il 18/07/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Soia per la nuova stagione 2019-20, che inizierà il 1° Ottobre,  è stimata a 347,04 Mio Tons, -4,4% rispetto alla stagione 2018-19.

Si prevede che il Brasile conquisti il primo posto nella classifica mondiale dei produttori di Soia, con una quota del 35% dovuta ad un significativo aumento dei raccolti (+5,1% rispetto alla stagione in corso). Per gli Stati Uniti si prevede un calo delle aree coltivate e la produzione è stimata a -15,4%. Anche per l’Argentina la produzione di Soia è in frenata (-5,4%).

Produzione mondiale di Soia

Export mondiale

L’export globale di Soia, diminuito dell’1,9% nella stagione in corso, è atteso in recupero per la stagione 2019-20 (+0,7%), per effetto di maggiori esportazioni attese dagli Stati Uniti.

Esaminando i dati dell’anno in corso, nel periodo Gennaio-Maggio 2019 le esportazioni statunitensi hanno registrato -2,7%, con minori quantità ritirate da Cina e Giappone rispetto allo stesso periodo del 2018.

Stati Uniti: export di Soia

Import mondiale

Nella nuova stagione, la Cina, principale Paese importatore mondiale di Soia, dovrebbe importare maggiori volumi: +2,4% rispetto alla stagione in corso.

Importazioni di Soia

Per l’Unione Europea, secondo Importatore mondiale, si prevede un rallentamento delle importazioni (-4,4%). I dati dei primi 5 mesi del 2019 evidenziano un aumento del +3,6% dell’import di Soia della UE.

Import dell’Italia

Nel primo quadrimestre del 2019 l’Italia ha incrementato notevolmente gli acquisti di Soia: +16,8% rispetto a Gennaio-Aprile 2018. Stati Uniti e Brasile sono i principali fornitori, più che compensando il forte calo di acquisti dal Canada.

Importazioni Italiane di Soia
Prezzi correnti della Soia

Produzioni di Mais: previsioni record per la nuova stagione

Pubblicato il 23/05/2019

Scarica il PDF

Produzione mondiale

La produzione mondiale di Mais per la stagione 2019-20, che inizierà il 1° Settembre 2019, è stimata al livello record di 1133,78 Mio Tons, in crescita dell’1,3% rispetto alla stagione attuale 2018-19. Con una diminuzione degli stock iniziali ed un aumento dell’utilizzo, gli stock finali sono stimati a 314,71 Mio Tons (-3,4%).

TESEO.clal.it - WORLD | Produzioni, Consumi e Stock di Mais

Le previsioni di produzione di Mais nei principali Paesi stimano maggiori raccolti negli Stati Uniti, in Brasile e nell’UE-28, rispettivamente primo, terzo e quarto Paese Produttore. La produzione di Mais in Cina invece è prevista in frenata (1,3%).

TESEO.clal.it - WORLD | Mais - principali produttori

Export mondiale

Nella stagione 2018-19, l’export mondiale di Mais è in forte aumento: +14,5%, secondo le stime al 31 Agosto 2019, in considerazione di crescite significative per Brasile, Argentina ed Ucraina. Per la nuova stagione si prevede una stabilità (+0,8%).
Le esportazioni statunitensi sono attese in diminuzione per effetto della concorrenza di Brasile ed Argentina.

TESEO.clal.it - WORLD | Principali Esportatori di Mais - Trend annuale

Import mondiale

Le maggiori esportazioni sono orientate principalmente in Messico, Corea del Sud, Vietnam ed Iran. L’Unione Europea, principale importatore di Mais, nella nuova stagione 2019-20 dovrebbe ridurre gli acquisti (-14,9%).

TESEO.clal.it - WORLD | Principali Importatori di Mais - Trend annuale

Import dell’Italia

I dati del primo bimestre del 2019 relativi all’import dell’Italia di Mais registrano un aumento complessivo del +4,6% ed evidenziano acquisti in forte crescita da Croazia, Slovenia e Ungheria, che più che compensano una diminuzione dei volumi importati da Ucraina e Romania.

TESEO.clal.it - ITALIA | Import di Mais - principali fornitori
Prezzi del Mais

UE: continua la domanda di Soia

Pubblicato il 23/04/2019

Scarica il PDF

La produzione mondiale di Soia per la stagione 2018-19 è stimata al livello record di 360,6 Mio Tons. Si registra un leggero aumento rispetto alle stime precedenti, riflettendo il miglioramento climatico in Brasile, principale esportatore mondiale, in particolare nello stato Rio Grande do Sul. La produzione di Soia in Brasile per la stagione 2018-19 è attesa a 117 Mio Tons. Il livello produttivo è comunque inferiore (-4,1%) rispetto alla stagione precedente.

Export USA di Soia verso Cina -35% Gen-Feb 2019

L’export del Brasile è previsto a 79,5 Mio Tons (+4,4% dalla stagione precedente) e compensa solo parzialmente le minori esportazioni previste per gli Stati Uniti (-11,9%). I dati del primo bimestre 2019 relativi all’export statunitense evidenziano una diminuzione rispetto a Gennaio-Febbraio 2018, con la Cina (principale acquirente) che ha ridotto i propri acquisti del 35%.

Per l’Unione Europea, secondo importatore mondiale di Soia dopo la Cina, ci si attende, per la stagione in corso, un aumento dell’import di 8,3% rispetto alla stagione 2017-18. Nei mesi di Gennaio e Febbraio 2019 si registra una crescita di 1,4% con notevole riduzione dell’import da Brasile e Canada, più che bilanciata dalle importazioni provenienti dagli Stati Uniti (+147,7% rispetto a Gen-Feb 2018). Spagna e Italia sono i Paesi UE che hanno principalmente aumentato l’import dagli USA, rispettivamente: +63,9% e +73,7%.

TESEO.clal.it - Principali importatori di Soia
TESEO.clal.it – La Cina è il principale importatore di Soia, segue la UE-28
Import UE di Soia (mensile)
TESEO.clal.it – Nei primi due mesi del 2019 l’import UE di Soia è cresciuto del +1,4% e proviene quasi interamente dagli Stati Uniti
TESEO - Report Soia - Aprile 2019
TESEO - Report Soia - Aprile 2019
TESEO - Report Soia - Aprile 2019
pdf 3 MB | 119 clicks

Fonte: USDA, ISTAT, IHS

Mais: esportazioni record per l’Ucraina

Pubblicato il 17/04/2019

Scarica il PDF

La produzione mondiale di Mais per la stagione 2018-19 è stimata 1107,4 Mio Tons, in aumento rispetto alle previsioni precedenti e superiore del 2,9% rispetto alla stagione passata. In Brasile si prevede un miglioramento della resa dei terreni coltivati nel secondo raccolto, mentre in Argentina ci si attende un aumento delle aree coltivate.

Per gli Stati Uniti, principale produttore mondiale di Mais, si prevede una produzione di Mais pari a 366,3 Mio Tons (-1,3% rispetto alla stagione precedente) ed un minor utilizzo nella produzione di etanolo.

TESEO.clal.it – Produzione di Etanolo negli Stati Uniti
TESEO.clal.it – Produzione di Etanolo negli Stati Uniti

Nel 2018 gli Stati Uniti hanno incrementato l’export verso tutti i principali Paesi acquirenti: Messico, Giappone, Corea del Sud, Colombia e Taiwan. Le previsioni per l’intera annata agraria (Settembre 2018 – Agosto 2019), segnalano un indebolimento dell’export statunitense, riflettendo la concorrenza di Brasile, Argentina e Ucraina.

L’UE-28 è il principale importatore di Mais e dipende sempre di più dalle importazioni provenienti da paesi extra UE. Nel 2018 l’UE ha importato 21,7 Mio Tons di Mais, a fronte di un export pari a 2,2 Mio Tons. La bilancia commerciale segna quindi -19,5 Mio Tons nel 2018, mentre nel 2017 segnava -14,6 Mio Tons.

Le importazioni europee di Mais sono cresciute del +32,4% nel 2018 rispetto al 2017. Il 52% del Mais proviene dall’Ucraina, che ha aumentato l’export verso la UE del +32,8%, con un volume pari a 11,4 Mio Tons. Il Brasile, con una quota del 22%, rappresenta il secondo fornitore (4,8 Mio Tons, +12,5%). Le importazioni europee da Stati Uniti e Canada, al terzo e quarto posto, sono raddoppiate rispetto al 2017.

TESEO.clal.it - Principali esportatori di Mais
TESEO.clal.it – Principali esportatori di Mais
TESEO.clal.it – Importazioni europee di Mais
TESEO.clal.it – Importazioni europee di Mais
TESEO - Report Mais - Aprile 2019
TESEO - Report Mais - Aprile 2019
TESEO - Report Mais - Aprile 2019
pdf 1 MB | 73 clicks

Fonte: USDA, ISTAT, IHS

Import di Soia USA nella UE: prosegue il boom

Pubblicato il 22/03/2019

Scarica il PDF

La produzione mondiale di Soia per la stagione 2018-19 è stimata al livello record di 360,1 Mio Tons. Si registra una leggera flessione (-0,3%) rispetto alle stime formulate il mese scorso, riflettendo un calo produttivo di 0,5 Mio Tons atteso in Brasile, considerato il clima secco e le minori rese negli Stati del Minas Gerais, Mato Grosso do Sul e Goias.

Il raccolto statunitense di Soia è previsto a 123,7 Mio Tons. La produzione di biodiesel ottenuto dall’olio di Soia è aumentata notevolmente nel primo trimestre della campagna.

TESEO.clal.it - Produzioni, Consumi, Stock finali di Soia nel mondo
TESEO.clal.it – Produzioni, Consumi, Stock finali di Soia nel mondo

Le esportazioni statunitensi di Soia sono rivolte principalmente all’Unione Europa e alla Cina. Con l’entrata in vigore dei dazi cinesi a Luglio 2018, le esportazioni statunitensi di Soia verso la Cina hanno subito una battuta d’arresto e nel 2018 si sono attestate a 8,3 Mio Tons (-69% rispetto al 2017).

L’accordo tra Juncker e Trump di Luglio 2018 ha favorito l’export statunitense di Soia verso l’Unione Europea: +61% nel 2018 rispetto al 2017, per una quantità pari a 7,7 Mio Tons (il 51% dell’import totale europeo di Soia). Paesi Bassi e Spagna sono i principali acquirenti europei. Anche l’Italia ha aumentato notevolmente gli acquisti di Soia dagli USA, per un totale di 663.100 Tons. Il Brasile è il secondo fornitore di Soia dell’UE, che nel 2018 ha importato 5,4 Mio Tons (+7% rispetto al 2017).

Import UE di Soia da Stati Uniti 1,25Mio Tons Gennaio 2019

I primi dati del 2019, relativi al mese di Gennaio, confermano il boom delle importazioni europee di Soia dagli USA: 1,25 Mio Tons, +184% rispetto a Gennaio 2018, ad un prezzo medio CIF di 321,30 €/ton.

TESEO.clal.it - Importazioni europee di Soia
TESEO.clal.it – Importazioni europee di Soia
 TESEO.clal.it - Esportazioni degli Stati Uniti di Soia
TESEO.clal.it – Esportazioni degli Stati Uniti di Soia
TESEO – Report Soia – Marzo 2019
TESEO - Report Soia - Marzo 2019
TESEO – Report Soia – Marzo 2019
pdf 3 MB | 141 clicks

Fonte: USDA, ISTAT, IHS

Argentina: l’export di Mais accelera grazie alla produzione [Mais e Soia – n°1/2019]

Pubblicato il 22/02/2019

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais per la stagione 2018-19 è stimata a 1099.61 Mio Tons, invariata rispetto alle stime di Dicembre 2018, infatti la diminuzione attesa negli Stati Uniti (-1.4%) è compensata da maggiori raccolti in Cina (+0.5%), UE-28 (+0.5%) e Argentina (+8.2%), dove le abbondanti piogge degli ultimi due mesi hanno favorito l’incremento delle rese.

La produzione mondiale di Soia è attesa a 360.99 Mio Tons, -2.2% rispetto alle previsioni precedenti, riflettendo riduzioni dei raccolti nei tre principali Produttori di Soia: USA (-1.2%), Brasile (-4.1%) e Argentina (-0.9%), in cui le maggiori rese non bilanciano la diminuzione delle aree coltivate.

Si prevede un calo della resa dei terreni degli Stati Uniti, e la produzione di Mais e Soia dovrebbe diminuire più dei consumi, pertanto gli stock finali sono previsti a -2.6% per il Mais e -4.7% per la Soia. Si rileva una riduzione del Mais utilizzato per l’etanolo.

Argentina +38% export di Mais (outlook 2018-19 rispetto alla stagione precedente)

Sul lato dell’export di Mais, per la stagione 2018-19 si attendono livelli record per l’Argentina (29 Mio Tons, +38%) e per l’Ucraina (28.5 Mio Tons, +58%). L’export complessivo è atteso in aumento del +14.4% rispetto alla stagione precedente. L’export di Soia è previsto leggermente superiore (+0.9%), con maggiori esportazioni per Brasile ed Argentina, che bilanciano il calo degli Stati Uniti (-11.9% rispetto alla stagione 2017-18).

Le previsioni sugli stock finali globali di Soia sono state riviste al ribasso, riflettendo le revisioni dei balance sheet storici di Argentina e Brasile, tuttavia il livello resta alto (106.72 Mio Tons).

Fonte: USDA

TESEO.clal.it – L’export mondiale di Mais nella stagione 2018-19 è previsto in forte aumento (+14.4%)

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Novembre 2018 le importazioni Italiane di Mais sono in aumento (+3.4%), per un volume totale di oltre 5 milioni di tonnellate. Le importazioni Italiane di Soia hanno superato 1.4 milion di Tons, +15.4% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia – Import di Mais e Soia: principali fornitori

In Gennaio 2019 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Dicembre 2018 (+0.52%). La prima metà di Febbraio mostra invece una diminuzione del 1.58%.

L’indicatore Milk:Feed Radio di Gennaio registra ancora un aumento: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1,67 kg di Alimento Simulato.

Italia – Alimento simulato e Latte alla stalla in Lombardia
Mais & Soia - Febbraio 2019: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia - FEB19
Mais & Soia - Febbraio 2019: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 2 MB | 127 clicks

Brasile, il meteo rafforza l’offerta di Soia [Mais e Soia – n°12/2018]

Pubblicato il 21/12/2018

Scarica il PDF

La produzione mondiale di Mais è prevista, per la stagione 2018-19, a 1.099,9 Mio Tons, +0,1% rispetto alle stime di Novembre, riflettendo maggiori raccolti attesi in Ucraina (con una produzione record di 35 Mio Tons) e Unione Europea, in particolare in Romania.

Negli Stati Uniti i dati più recenti sulla produzione di etanolo evidenziano una diminuzione, pertanto si prevede un minor impiego del Mais. A fronte di produzione ed export invariati, si attende una crescita degli stock finali (45,2 Mio Tons) rispetto alle previsioni precedenti.

La produzione globale di Soia è prevista a 369,2 Mio Tons, in aumento di +0,5% rispetto alle stime di Novembre 2018. L’incremento è dovuto soprattutto ad una maggiore produzione attesa in Brasile, secondo Paese Produttore: +1,2% rispetto alle previsioni del mese scorso e +1,4% rispetto alla stagione precedente, grazie a condizioni climatiche favorevoli nella Regione Centro-Ovest.

Brasile
+6.3% export di Soia (outlook 2018-19 rispetto alla stagione precedente)

L’offerta competitiva del Brasile determina un aumento delle esportazioni di Soia: +5,2% rispetto alle stime precedenti, +6,3% rispetto alla stagione 2017-18. Diminuiscono, di conseguenza, le esportazioni di Argentina, Canada e Paraguay, che aumentano il proprio livello di stock.

I magazzini finali USA sono confermati al livello record di 26 Mio Tons, date le stime invariate per produzione e export di Soia degli Stati Uniti.

WORLD | Principali Esportatori di Soia – Trend annuale

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Settembre 2018 le importazioni Italiane di Mais sono in aumento (+4%), per un volume totale di circa 3.9 milioni di tonnellate. Le importazioni Italiane di Soia si attestano hanno superato 1 milione di Tons, +7.6% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia

In Novembre 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito rispetto a Ottobre 2018 (-0.84%). La prima metà di Dicembre mostra invece un incremento dello 0,6%.

L’indicatore Milk:Feed Radio di Novembre registra un aumento: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1,58 kg di Alimento Simulato.

TESEO – Alimento Simulato

Mais & Soia - Dicembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Dicembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Dicembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 2 MB | 175 clicks

La Cina rivede i dati sul Mais: scorte triplicate [Mais e Soia – n°11/2018]

Pubblicato il 16/11/2018

Scarica il PDF

68%degli stock di Mais sono detenuti dalla Cina (Previsione 2018-19)

L’istituto statistico cinese NBS ha divulgato una sostanziosa revisione dei dati degli ultimi 10 anni relativi all’offerta di Mais della Cina. Per la stagione 2018-19 gli stock iniziali dovrebbero attestarsi a 223 Mio Tons (+180% rispetto alle previsioni di Ottobre 2018), e gli stock finali a 207 Mio Tons (+255%). Secondo queste informazioni, la quota di stock di Mais detenuta dalla Cina è del 68% a livello mondiale (seguita da una quota USA del 14%).

Gli stock globali di Mais riflettono questa revisione e sono stimati a 308 Mio Tons, +93% rispetto alle stime del mese scorso. Gli stock USA, invece, sono previsti in diminuzione (-4,2%).

Se si esclude la Cina, la produzione mondiale è pressoché stabile, infatti maggiori produzioni in Argentina, Kenya, Russia e Moldavia bilanciano le diminuzioni attese in UE (in particolare in Ungheria, Polonia e Germania) e in USA (-1%, a causa della minore resa).

La produzione mondiale di Soia, per la stagione 2018-19, è stimata in diminuzione (-0,5%) se confrontata con le stime del mese scorso. Maggiori raccolti in Cina, India e Ucraina sono parzialmente compensati da una riduzione delle produzioni negli Stati Uniti e in Argentina.

Per gli Stati Uniti si prevede una riduzione di 1 bushel/acro della resa dei terreni e una conseguente riduzione della produzione dell’1,9%.

Il Sud America orienterà l’export di Soia verso la Cina

L’export statunitense di Soia risente delle minori importazioni cinesi, a causa delle imposizioni dei dazi doganali in Cina, e le previsioni registrano -7,8%. La Cina, infatti, importerà meno Soia (-4,4%). Per la seconda parte dell’anno, si prevede che l’export USA di Mais si orienti verso altri mercati, e che il Sud America si orienti verso la Cina.

L’export di Mais degli Stati Uniti è influenzato dalla concorrenza dell’Ucraina ed è stimato a 62 Mio Tons (-1%).

WORLD | Stock finali Mais (Previsioni 2018-19)

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Agosto 2018 le importazioni di Mais Italiane sono in aumento per un volume di circa 3,6 milioni di tonnellate. Le importazioni Italiane di Soia si attestano oltre 1 milione di Tons, +1,9% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia

In Ottobre 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è stabile rispetto a Settembre 2018 (+0,2%). La prima metà di Novembre mostra invece una diminuzione del 0,59%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Settembre registra un aumento: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1,55 kg di Alimento Simulato.

TESEO – Alimento Simulato

Mais & Soia - Novembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Novembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Novembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 2 MB | 156 clicks

USA: frena la produzione di Mais e Soia [Mais e Soia – n°10/2018]

Pubblicato il 19/10/2018

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais per la stagione 2018-19 è prevista in lieve diminuzione (1068.3 Mio Tons, -0.1%) rispetto alle stime formulate a Settembre, ma si mantiene superiore alla stagione precedente (+2.8%). La produzione mondiale di Soia, invece, è confermata al livello record di 369.5 Mio Tons, +9.5% rispetto alla stagione 2017-18.

Negli Stati Uniti si registra  una riduzione delle rese per il Mais e delle aree coltivate per la Soia, determinando una minore produzione delle due colture rispetto alle previsioni precedenti (Mais: -0.3%, Soia: -0.1%). Nonostante la diminuzione della produzione, l’offerta di Mais è attesa ancora a livelli record, dato l’aumento degli stock iniziali.

Si prevede per i 4 principali esportatori di Mais (Stati Uniti, Brasile, Argentina e Ucraina) un aumento dell’export nella stagione 2018-19, che complessivamente accresceranno le proprie esportazioni del 14.7% rispetto alla stagione 2017-18. L’export USA è favorito da un prezzo competitivo e da una riduzione dell’export della Russia.

Per i 2 principali esportatori di Soia (Brasile e Stati Uniti) si preannunciano minori esportazioni nella stagione 2018-19, rispetto alla stagione precedente, tuttavia l’Argentina dovrebbe compensare il calo, ripresasi dalla siccità dell’annata passata.

 

Produzione Globale di Mais e Soia | Principali player e share sul totale

Export Globale di Mais | Trend Annuale

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Luglio 2018 l’Italia ha aumentato le importazioni di Mais del +3.3%, ad un livello di circa 3300 t. Le diminuzioni registrate per Ungheria e Austria sono bilanciate da aumenti per Francia e Romania. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a circa 950 t, +1.6% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia

In Settembre 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito rispetto ad Agosto 2018. La prima metà di Ottobre mostra un aumento del +0.6%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Settembre continua registrare un aumento: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.55 kg di Alimento Simulato.

TESEO – Alimento Simulato

Mais & Soia - Ottobre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Ottobre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Ottobre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 2 MB | 239 clicks

Rallenta l’import cinese di Soia, ma aumenta la produzione [Mais e Soia – n°9/2018]

Pubblicato il 19/09/2018

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais e Soia per la stagione 2018-19 è prevista in aumento rispettivamente di +0.7% (1.069 Mio T) e +0.6% (369.32 Mio T), rispetto alle stime di Agosto 2018.

Negli Stati Uniti, principale produttore mondiale di Mais e Soia, le stime della resa dei terreni sono superiori, riflettendosi in una crescita dei raccolti: +1.6% per Mais e +2.3% per Soia.

+8.3%Import di Mais UE-28 (Previsione 2018-19)

La produzione di Mais è attesa in aumento anche nell’Unione Europea, soprattutto in Romania, Bulgaria, Ungheria e Francia. Si attende una crescita della domanda dell’UE, principale importatore di Mais con una quota del 13%, per cui le importazioni dovrebbero incrementare di +8.3% rispetto alla stagione 2017-18.

Trend annuale dell’import di Mais in UE-28

Per la Cina, quarto produttore mondiale di Soia, si stima un aumento della produzione di Soia di +3.4% ed una riduzione delle importazioni di 1 Mio T (che si attestano quindi a 94 Mio T), a fronte di un rallentamento della domanda di proteine, ridimensionando le aspettative di importazioni record stimate a Maggio 2018.

Gli stock globali di Mais sono stimati a 157.03 Mio T, in aumento rispetto alle precedenti previsioni, ma inferiori rispetto alle cinque stagioni precedenti. Si prevede un incremento anche per gli stock globali di Soia, stimati al livello record di 108.26 Mio T.

Trend annuale dell’import di Soia in Cina

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Giugno 2018 le importazioni di Mais Italiane sono stabili per un volume di circa 2,9 milioni di tonnellate. Le importazioni Italiane di Soia si attestano oltre le 800 mila tons, +1.2% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Agosto 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Luglio 2018. La prima metà di Settembre mostra invece una diminuzione del 3.5%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Agosto registra un aumento: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.49 kg di Alimento Simulato.

TESEO – Alimento Simulato

Mais & Soia - Settembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Settembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Settembre 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 3 MB | 136 clicks

Resa dei terreni USA in aumento [Mais e Soia – n°8/2018]

Pubblicato il 16/08/2018

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais e Soia per la stagione 2018-19 è prevista in aumento rispetto alle stime formulate a Luglio, riflettendo la maggior offerta attesa negli Stati Uniti, principale produttore mondiale di Mais e attualmente anche di Soia. A livello mondiale, si prevede una produzione di 1061 Mio t di Mais e 367 Mio t di Soia, rispettivamente +0.6% e +6.4% rispetto alle stime formulate a Luglio.

Si stima che negli USA l’offerta di Mais crescerà più dell’utilizzo

Negli Stati Uniti, la crescita attesa è di +2.5% per il raccolto di Mais e +2.1% per il raccolto di Soia. A seguito di sondaggi sulle rese dei terreni, è previsto un aumento in molti Stati del Corn Belt: Illinois, Indiana, Nebraska, Ohio, Dakota del Nord e Dakota del Sud. Si stima che l’offerta di Mais crescerà più dell’utilizzo. Anche l’export è atteso in crescita, vista la minor concorrenza del Brasile, dove la produzione è attesa in diminuzione (-1.6%) riflettendo le minori aspettative per il secondo raccolto.
Per la stagione 2018-19 si prevedono le seguenti rese dei terreni statunitensi:

  • Mais: 178.4 bushels per acro (11.33 tons per ettaro)
  • Soia: 51.6 bushels per acro (3.51 tons per ettaro)

-2.8%Produzione di Mais UE (Previsione 2018-19)

La produzione di Mais in UE è in diminuzione (-2.8% rispetto alle previsioni del mese scorso), a causa di raccolti minori in Germania e Francia, parzialmente bilanciati da aumenti in Romania e Bulgaria.
Le importazioni europee di Mais sono attese a livelli record (18 Mio t).

TESEO – Mappa delle rese di Mais

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Maggio 2018 l’Italia ha aumentato le importazioni di Mais del +4.4%, ad un livello di circa 2500 t. L’Ucraina è il principale fornitore dell’Italia, seguito dall’Ungheria, che però registra una riduzione del -25.7% rispetto allo stesso periodo del 2017. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 719 t, +12% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Quest’anno, il Canada si sta rivelando il principale fornitore di Soia, più che raddoppiando i volumi esportati in Italia (+105%).

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Luglio 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito rispetto a Giugno  2018. La prima metà di Agosto mostra un aumento del +2.7%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Luglio registra una ripresa: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.45 kg di Alimento Simulato.

TESEO – Alimento Simulato

Mais & Soia - Agosto 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Agosto 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
Mais & Soia - Agosto 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 2 MB | 137 clicks

I dazi della Cina limitano l’export USA di Soia [Mais e Soia – n°7/2018]

Pubblicato il 19/07/2018

Scarica il PDF

La produzione globale per la stagione 2018-19 è in aumento sia per il Mais sia per la Soia, rispettivamente a 1054.3 Mio t (+0.2% rispetto alle stime di Giugno) e 359.5 Mio t (+1.2%).

La produzione di Mais è in aumento negli USA (361.5 Mio t, +1.4%), date le maggiori aree coltivate, e in UE-28 (61.5 Mio t, +0.8%). Questi aumenti compensano le riduzioni stimate per Canada e Russia, a seguito di minori aree coltivate e rese dei terreni.

La produzione di Soia è in crescita nei maggiori paesi produttori: rispettivamente +0.7% (117.3 Mio t) e +2.1% (120.5 Mio t) negli USA e in Brasile, entrambi per maggiori aree coltivate, +1.8% in Argentina (57 Mio t) e +2.8% in Cina (14.5 Mio t).

-10.9%Export di Soia USA (Previsione 2018-19)

La previsione per il trade globale di Mais mostra una riduzione dell’export dalla Russia, compensata da un aumento dell’export dagli Stati Uniti (56.5 Mio t, +6%) che riflette le aspettative di una minore competizione da Argentina e Brasile.
L’export di Soia è in diminuzione per gli USA (55.5 Mio t, -10.9%), riflettendo l’impatto dei dazi di importazione Cinesi. Nonostante la perdita di quote di mercato in Cina, l’export di Soia dagli USA si mantiene in altri mercati, con i bassi prezzi che ne sostengono la domanda.
Questa diminuzione è parzialmente bilanciata dalle maggiori aspettative per il Brasile (75 Mio t, +2.9%), dove le aree coltivate sono stimate in aumento, con maggiori prezzi attesi a seguito del crescente trade con la Cina.

+12.9%Stock Globali di Soia (Previsione 2018-19)

Gli stock mondiali di Mais sono in diminuzione rispetto al mese precedente (152 Mio t, -1.8%), con maggiori riduzioni in Cina, UE-28, Messico e Stati Uniti, dato il maggior utilizzo interno.
Sono in aumento gli stock di Soia (98.3 Mio t, +12.9%), riflettendo principalmente l’aumento negli USA (15.8 Mio t, +50.6%).

I dazi imposti dalla Cina sulla Soia USA si stima possano causare un aumento dei prezzi della Soia in Cina e una minore crescita del consumo di proteine. Si prevede inoltre che la riduzione della domanda e il prelievo annuale dalle scorte in Cina comportino una riduzione della macinazione e un calo delle importazioni a 95 Mio t.

WORLD | Principali Esportatori di Soia – Trend annuale

Fonte: USDA

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Aprile 2018 l’Italia ha aumentato le importazioni di Mais del +12.1%, ad un livello di circa 2100 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 562 t, +26% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Giugno 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito rispetto a Maggio 2018. La prima metà di Luglio mostra un’ulteriore diminuzione del 3.1%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Giugno registra una ripresa: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.41 kg di Alimento Simulato.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

Mais & Soia - Luglio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL_Slideshow_-_Mais_e_Soia_-_LUG18
Mais & Soia - Luglio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 740 KB | 193 clicks

USA: Scorte finali di Mais e Soia in calo [Mais e Soia – n°6/2018]

Pubblicato il 18/06/2018

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais per la stagione 2018-19 è prevista a 1052.42 Mio Tons, in leggera diminuzione (-0.3%) rispetto alle stime formulate a Maggio, ma non presenta variazioni nei principali Paesi. Si confermano aumenti, rispetto alla stagione 2017-18, per Cina (+4.2%), Brasile (+12.9%) e Argentina (+24.2%).

La produzione mondiale di Soia è prevista a 355.24 Mio Tons, in lieve aumento se confrontata con le previsioni precedenti, riflettendo una maggior produzione per il Brasile, che detiene il 33% della quota di produzione (uguale a quella degli USA). Anche l’export del Brasile è previsto in crescita.

-19.7%Stock finali di Mais (Previsione 2018-19)

Negli Stati Uniti, sono stati rivisti al ribasso gli stock di Mais di inizio stagione, in considerazione delle esportazioni record di Aprile 2018, che hanno battuto il precedente record di Novembre 1989. Si prevede un maggior impiego di Mais nel bioetanolo.

A livello globale, gli stock finali di Mais per la stagione 2018-19 sono stimati a 154.69 Mio Tons, -19.7% rispetto alla stagione in corso, con diminuzioni per la Cina e gli USA, che insieme detengono il 65% degli stock mondiali.

WORLD | Stock finali Mais (Previsioni 2018-19)

Anche le scorte finali di Soia sono previste inferiori (-5.9%) rispetto alla stagione in corso, soprattutto a causa del calo previsto negli USA (-23.8%). Tuttavia si segnala un aumento rispetto alle previsioni formulate a Maggio (+0.4%), dovuto alla crescita degli stock finali prevista in Brasile.

In risposta ai dazi introdotti dagli Stati Uniti, il governo Cinese ha annunciato, a partire dal 6 Luglio, l’imposizione di una tassa del 25% su beni di provenienza USA, tra cui anche mais, soia, prodotti lattiero-caseari. TESEO monitorerà lo sviluppo di tale situazione, con analisi e approfondimenti, nei prossimi Report di Mais & Soia.

WORLD | Soia – Principali importatori (Previsioni 2018-19)

Fonte: USDA

Focus Italia:

In Gennaio-Marzo 2018 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +23.3%, ad un livello di circa 1700 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a circa 430 t, +35.3% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Maggio 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto ad Aprile 2018. La prima metà di Giugno mostra invece una diminuzione del 4.7%.

Alimento Simulato e prezzo del latte in Lombardia

Mais & Soia - Giugno 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia - GIU18
Mais & Soia - Giugno 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 684 KB | 172 clicks

Import di Soia record per la Cina – Stime per la nuova stagione [Mais e Soia – n°5/2018]

Pubblicato il 17/05/2018

Scarica il PDF

Le stime per la nuova stagione 2018-19, che inizierà per il Mais il 1° Settembre e per la Soia il 1° Ottobre, prevedono una produzione mondiale in aumento rispetto alla stagione in corso, una crescita dell’utilizzo ed una diminuzione delle scorte finali.

La produzione di Mais dovrebbe attestarsi su 1056.07 Mio Tons (+1.9% rispetto alla stagione 2017-18) e la produzione di Soia al livello record di 354.54 Mio Tons (+5.3%).

Argentina+44%produzione di Soia prevista nel 2018-19

La minore produzione attesa negli USA, dovuta ad una diminuzione delle aree coltivate e delle rese dei terreni, sarà più che compensata da aumenti significativi in altri Paesi: Cina e Brasile (secondo e terzo produttore) dovrebbero aumentare le produzioni di Mais rispettivamente del +4.2% e del +10.3%; si attende un recupero dalla siccità ed un incremento delle produzioni di Soia del +43.6% in Argentina, terzo produttore ed esportatore di Soia.

A livello globale si prevede un aumento consistente dell’export di Mais (+4.6%), con una crescita delle esportazioni per Brasile, Argentina ed Ucraina. Gli USA, invece, subiranno la concorrenza di Russia e Ucraina e dovrebbero diminuire le esportazioni di Mais (-5.6%). Si stima che Messico, Vietnam ed Egitto siano i principali paesi ad aumentare gli acquisti.

Cina65%quota import di Soia sul totale mondiale

L’export globale di Soia è in crescita di anno in anno. Per la stagione 2018-19 si prevede un aumento del +7%, con gli USA che dovrebbero recuperare le minori esportazioni dell’anno in corso, registrando una stima di +10.9%. Si attende che la Cina, con una quota del 65% dell’import mondiale di Soia, possa aumentare ulteriormente gli acquisti di Soia, ad un livello record di 103 Mio Tons, più che raddoppiando i volumi rispetto a 10 anni fa.

TESEO.clal.it – Principali Importatori di Soia

Focus Italia:

In Gennaio-Febbraio 2018 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +10.9%, ad un livello di circa 950 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 290 t, +32.9% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

Il costo alimentare della bovina da latte in Italia ha avuto valori in crescita da Ottobre 2017. Questo trend ha subito una accelerazione da Febbraio 2018, e l’Alimento Simulato è arrivato a valori vicini al picco di Giugno 2016.

Leggi l’articolo “Aumenta il costo alimentare della vacca da latte”

Alimento Simulato e prezzo del latte in Lombardia

Fonte: USDA

Mais & Soia - Maggio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia - MAG18
Mais & Soia - Maggio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 546 KB | 156 clicks

Record per la produzione di Soia in Brasile [Mais e Soia – n°4/2018]

Pubblicato il 18/04/2018

Scarica il PDF

La produzione Globale per la stagione 2017-18 è attesa al ribasso sia per il Mais (1036.1 Mio t, -0.5% rispetto alle stime di Marzo) che per la Soia (334.8 Mio t, -1.8%).

La produzione di Mais è in diminuzione in Argentina (33 Mio t, -8.3%), date le inferiori stime per le aree coltivate e le rese dei terreni, in Paraguay e Brasile (92 mio t, -2.6%), riflettendo le minori aspettative per le superfici coltivate nel secondo raccolto. Tali diminuzioni più che bilanciano gli aumenti stimati per Messico e Sud Africa.

115 Mio t di produzione di Soia in Brasile (outlook 2017-18)

La produzione di Soia è stimata al ribasso in Argentina (40 Mio t, -14.9%), anch’essa per minori aree coltivate e rese dei terreni, India e Paraguay, riduzioni bilanciate solo in parte da una maggiore produzione in Brasile (115 Mio t, +1.8%). La produzione di Soia in Brasile è attesa ad un record storico, date le maggiori stime per le rese dei terreni negli stati di Mato Grosso, Mato Grosso do Sul e Paraná, in seguito a piogge favorevoli durante la stagione di crescita.

L’export di Mais è previsto in diminuzione in Brasile (33 Mio t, -5.7%) e Argentina (24 Mio t, -4%), riflettendosi nelle stime di una minore competizione per gli Stati Uniti nella prima metà dell’annata 2018-19. L’import di Mais è in diminuzione in Iran, Malesia, Taiwan, Messico e Cile, con aumenti invece per Bangladesh e Turchia.
L’export di Soia è atteso in riduzione, riflettendo le minori aspettative per Argentina (4.2 Mio t, -38.2%) e Uruguay, le quali più che bilanciano gli aumenti per Brasile (70.5 Mio t, -3.5%), Russia, e Ucraina.

Gli stock globali di Mais sono a ribasso (197.8 Mio t, -0.7%), con maggiori riduzioni per Argentina (4 Mio t, -24.5%), Paraguay, e Brasile (10.9 Mio t, -4.4%), le quali più che compensano l’aumento atteso per gli Stati Uniti (55.4 Mio t, +2.6%), dovuto minor impiego interno.
Anche gli stock di Soia sono in diminuzione (90.8 Mio t, -3.8%) con principali riduzioni in Argentina (28.6 Mio t, -8.4%), Brasile (21.1Mio t, -2.8%) e UE-28 (1.1 Mio t, -11.7%).

Share delle Produzioni di Soia (outlook 2017-18)

Focus Italia:

In Gennaio 2018 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +10.6%, ad un livello di circa 470 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 155 t, +49.9% rispetto al medesimo mese dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Marzo 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Febbraio 2018. La prima metà di Aprile mostra un ulteriore aumento del +3.9%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Marzo, continua a diminuire: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.45 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Fonte: USDA

Mais & Soia - Aprile 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia
Mais & Soia - Aprile 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 1 MB | 168 clicks

Cresce l’export di Mais dagli USA [Mais e Soia – n°03/2018]

Pubblicato il 16/03/2018

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais per la stagione 2017-18 è sostanzialmente invariata (1041.7 Mio t) rispetto alle stime di Febbraio, mentre la produzione globale di Soia è prevista al ribasso a 340.8 Mio t (-1.7%).

La produzione di Mais è in diminuzione in Brasile (94.5 Mio t, -0.5%), in seguito alle previsioni di un aumento più modesto del secondo raccolto, e in Argentina (36 Mio t, -7.7%), a causa della prolungata siccità e del caldo durante il mese di Febbraio. La produzione è invece in aumento in Sud Africa, date le favorevoli precipitazioni durante la fase di riproduzione, India e UE-28 (61.1 Mio t, +1.7%), riflettendo i recenti dati per Francia e Germania.
In Argentina anche la produzione di Soia è attesa in diminuzione (47 Mio t, -13%), a causa della siccità nelle maggiori regioni di crescita in Gennaio e Febbraio. Tale diminuzione più che bilancia l’aumento stimato per il Brasile (113 Mio t, +0.9%) .

+8.5%nell’export di Mais dagli USA(rispetto alle stime di Febbraio)

L’Export di Mais è stimato in aumento per gli Stati Uniti (56.5 Mio t, +8.5%), riflettendo la maggiore competitività dei prezzi USA, il record delle vendite e la riduzione dell’export attesa per l’Argentina (25 Mio t, -9.1%).
L’export di Soia è in riduzione per Argentina (6.8 Mio t, -20%), Stati Uniti (56.2 Mio t, -1.7%) e Uruguay, diminuzione solo parzialmente compensata dalle maggiori aspettative per il Brasile (70.5 Mio t, +2.2%).

Gli stock globali di Mais sono previsti a ribasso (199.2 Mio t, -1.9% rispetto allo scorso mese), riflettendo principalmente la riduzione stimata per gli USA (54 Mio t, -9.6%), dato il maggiore export e il crescente utilizzo di Mais nella produzione di etanolo.
Anche gli stock globali di Soia sono in diminuzione (94.4 Mio t, -3.8%), in seguito alle inferiori aspettative per Argentina (31.2 Mio t, -10.8%) e Brasile (21.7 Mio t, -3.3%), solo parzialmente bilanciate da un aumento per gli Stati Uniti (15.1 Mio t, +4.7%).

Principali Esportatori di Mais – Trend annuale

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Dicembre 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +16.7%, ad un livello di circa 5400 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 1430 t, -1.9% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Febbraio 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Gennaio 2018. La prima metà di Marzo mostra un ulteriore aumento del +3.4%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Febbraio, continua a registrare una flessione: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.52 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Fonte: USDA

Mais & Soia - Marzo 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia
Mais & Soia - Marzo 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 1 MB | 144 clicks

Siccità in Argentina, diminuiscono le rese di Mais e Soia [Mais e Soia – n°2/2018]

Pubblicato il 16/02/2018

Scarica il PDF

La produzione globale per la stagione 2017-18 è attesa in diminuzione sia per il Mais che per la Soia, rispettivamente a 1041.7 Mio t (-0.3% rispetto alle stime di Gennaio) e 346.9 Mio t (-0.5%).

La produzione di Mais è prevista a ribasso in Ucraina (24.1 Mio t, -3.5%), in base alle ultime statistiche ufficiali, e in Argentina (39 Mio t, -7.1%), dove il persistente caldo e la siccità durante Gennaio e l’inizio di Febbraio hanno ridotto le aspettative per le rese dei terreni nella aree centrali.
In Argentina anche la produzione di Soia è in diminuzione (54 Mio t, -3.6%) a causa della siccità, e ulteriori diminuzioni sono attese in Paraguay, Bolivia, Ucraina e Sud Africa. Al contrario, in Brasile la produzione di Soia è attesa in aumento (112 Mio t, +1.8%), date le favorevoli condizioni meteo durante la stagione di crescita, le quali hanno incrementato le stime per le rese dei terreni.

L’export di Mais è in aumento per Brasile (35 Mio t, +2.9%) e Stati Uniti (52 Mio t, +6.5%), riflettendo la competitività del prezzo USA e le riduzioni delle esportazioni di Argentina (27.5 Mio t, -5.2%) e Ucraina (20 Mio t, -2.4%).
L’export di Soia è atteso in diminuzione per gli Stati Uniti (57.1 Mio t, -2.8%), in seguito alle inferiori spedizioni e vendite nel mese di Gennaio e alla maggiore concorrenza dal Brasile (69 Mio t, +3%).

Gli stock finali globali di Mais sono previsti in diminuzione (203.1 Mio t, -1.7%) riflettendo principalmente le riduzioni previste per Argentina (5.3 Mio t, -16%), Ucraina (0.89 Mio t, -11.9%) e USA (59.7 Mio t, -5%) , le quali più che compensano gli aumenti per Messico, Brasile e Turchia.
Anche gli stock globali di Soia sono attesi in riduzione (98.1 Mio t, -0.4%), date le minori diminuzioni stimate per Argentina (35 Mio t, -3.2%), Bolivia, Paraguay, e India, non completamente bilanciate dall’incremento atteso per gli USA (14.4 Mio t, +12.7%).

Mappa globale delle rese di Mais | Top 10 produttori

Mappa globale delle rese di Soia | Top 10 produttori

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Novembre 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +18.2%, ad un livello di circa 5000 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 1260 t, -9.2% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Gennaio 2018 il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è leggermente aumentato rispetto a Dicembre 2017. La prima metà di Febbraio mostra un ulteriore aumento del +0.7%. L’indicatore Milk:Feed Radio di Dicembre, nonostante una leggera flessione, è ancora ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.69 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Mais & Soia - Febbraio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia - FEB18
Mais & Soia - Febbraio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 3 MB | 159 clicks

Fonte: USDA

Aumentano gli stock globali e USA di Mais e Soia [Mais e Soia – n°1/2018]

Pubblicato il 19/01/2018

Scarica il PDF

La produzione globale per la stagione 2017-18 è sostanzialmente invariata sia per il Mais (1044.6 Mio t) che per la Soia (348.6 Mio t), rispetto alle stime formulate a Dicembre.

La produzione di Mais è attesa in diminuzione in Russia, in base agli ultimi risultati dei raccolti, Vietnam, a causa delle intense piogge durante la stagione di Crescita, e Filippine. Queste riduzioni sono bilanciate dagli incrementi per il Pakistan e gli Stati Uniti (371 Mio t, +0.2%), date le maggiori rese dei terreni (11.08 MT/HA) specialmente in Illinois, Minnesota e Ohio, dove sono attese a livelli record.
La produzione di Soia è in crescita in Brasile (110 Mio t, +1.9%), con rese dei terreni in aumento (3.14 MT/HA), e UE-28 (2.5 Mio t, +0.8%). Al contrario, la produzione è stimata in diminuzione negli USA (119.5 Mio t, -0.8%), dove le rese sono in diminuzione, e Argentina, date le minori aree coltivate.

Le esportazioni di Mais sono previste in diminuzione per la Russia, riduzione parzialmente bilanciata da un incremento per la Thailandia.
L’export di Soia è previsto a ribasso negli USA (58.8 Mio t, -2.9%), riflettendo il ritardo de gli impegni di vendita nel mese di Dicembre e l’aumento della concorrenza dal Brasile (67 Mio t, +2.3%).

Gli stock finali globali di Mais sono attese in aumento a 206.6 Mio t (+1.2% rispetto alle previsioni di Dicembre), con incrementi negli USA (62.9 Mio t, +1.6%), dato l’aumento dell’offerta e il consumo in diminuzione, Brasile (10.4 Mio t, +10.7%) e Pakistan.
Gli stock globali di Soia sono in crescita a 98.6 Mio t (+0.3%), riflettendo gli aumenti in Brasile (22.4 Mio t, +2.3%) e Stati Uniti (12.8 Mio t, +5.5%).

Mappa delle rese di Mais

Mappa delle rese di Soia

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Ottobre 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +23.4%, ad un livello di circa 4400 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 1170 t, -6.1% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Dicembre il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Novembre. La prima metà di Gennaio mostra invece una diminuzione (-0.64%). L’indicatore Milk:Feed Radio di Dicembre, nonostante una leggera flessione, è ancora ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.69 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Fonte: USDA

TESEO, in un progetto sinergico tra Unioncamere Lombardia, DG Agricoltura Regione Lombardia, ARAL, ha sviluppato un progetto di analisi del costo delle tipologie di razione più diffuse per la bovina da latte in Lombardia. Le tabelle, i grafici ed il calcolatore proposti, collegati alle quotazioni delle materie prime utilizzate nella razione, permettono di seguire in tempo reale il trend del costo alimentare.

Mais & Soia - Gennaio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
CLAL Slideshow - Mais e Soia
Mais & Soia - Gennaio 2018: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 3 MB | 233 clicks

 

L’export USA di Soia risente della competizione con il Sud America [Mais e Soia – n°12/2017]

Pubblicato il 15/12/2017

Scarica il PDF

La produzione globale di Mais per la stagione 2017-18 è stimata in aumento a 1044.7 Mio t (+0.1% rispetto alle stime di Novembre), mentre la produzione globale di Soia è attesa in leggera diminuzione a 348.5 Mio t (-0.1%).

La produzione di Mais è in crescita in Cina (215.9 Mio t, +0.4%), UE-28 (60.1 Mio t, +0.8%), Laos e Guatemala, più che compensando la riduzione attesa in Russia. La produzione di Mais in UE-28 è stimata in aumento, riflettendo principalmente l’incremento per la Romania, il quale più che bilancia le diminuzioni stimate in diversi paesi membri.
La produzione di Soia è invece stabile nei principali paesi produttori.

L’export di Mais è stimato a ribasso in Russia, ma in aumento in UE-28 (2 Mio t, +33.3%), la quale però, secondo gli ultimi dati sul trade settimanale, sta ancora registrando bassi volumi di export nella stagione in corso.

L’export di Soia è in diminuzione per Canada e Stati Uniti (60.6 Mio t, -1.1%) data la forte competizione da Argentina (8.5 Mio t, +6.2%) e Brasile (65.5 Mio t, +0.8%).

Gli stock finali globali di Mais sono in aumento, riflettendo gli incrementi per Cina (79.6 Mio t. +1.1%), UE-28 (6.8 Mio t, +5.7%) e Brasile (9.4 Mio t, +3.3%), i quali più che compensano le riduzioni per Egitto (2 Mio t, -10%), Messico (4.5 Mio t, -3.6%) e Stati Uniti.
Gli stock finali di Mais in USA sono previsti a ribasso (61.9 Mio t, -2%), considerato l’aumento del quantitativo di Mais utilizzato per la produzione di etanolo, in seguito al maggior export di Sorgo verso la Cina, il quale ha ridotto l’utilizzo di Sorgo nella produzione di etanolo.

Gli stock finali di Soia, sono attesi in leggera diminuzione a 98.3 Mio t (+0.4%). L’aumento per gli Stati Uniti (12.1 Mio t, +4.8%), in seguito alle minori aspettative per l’export di Soia, è più che bilanciato dalle diminuzioni previste per Brasile (21.9 Mio t, -1.8%) e Argentina (37.2 Mio t, -1%).

Principali Esportatori di Soia – Trend annuale

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Settembre 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +20.6%, ad un livello di 3774.7 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 1080.4 t, -2.1% medesimo periodo.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Novembre il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato dello 0.25% rispetto a Ottobre. La prima metà di Dicembre mostra un ulteriore aumento (+2.43%). L’indicatore Milk:Feed Radio di Novembre si mantiene ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.72 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Fonte: USDA

Mais & Soia - Dicembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-DIC-IT
Mais & Soia - Dicembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
pdf 870 KB | 162 clicks

Cresce la domanda di Mais dal Messico [Mais e Soia - n°11/2017]

Pubblicato il 16/11/2017

Scarica il PDF

Il report Mais & Soia si sposta su TESEO, sito web dedicato al mercato agricolo ed allevatoriale. Non vuoi perdere i prossimi aggiornamenti?

La produzione globale per la stagione 2017-18 è stimata in aumento sia per il Mais che per la Soia, rispettivamente a 1043.9 Mio t (+0.5% rispetto all’outlook di Ottobre) e 347.9 Mio t (+0.2%).

La produzione di Mais è in aumento negli USA (370.3 Mio t, +2.1% rispetto al mese scorso),  con rese dei terreni a livelli record (11.01 MT/HA), e UE-28, più che bilanciando la diminuzione stimata per Ucraina (25 Mio t, -7.4%), Russia e Vietnam. Le previsioni per le rese dei terreni di Mais in Russia e Ucraina sono in diminuzione in seguito agli ultimi aggiornamenti sui raccolti.

La produzione di Soia è prevista in leggera diminuzione negli USA (120.44 Mio t, -0.1%), a causa della lieve riduzione nella resa dei terreni. In Brasile la produzione è in aumento a 108 Mio t (+0.9%), date le maggiori aree coltivate registrate negli stati di Paraná e Rio Grande do Sul.

L’export di Mais è in diminuzione per l’Ucraina (20.5 Mio t, -4.6%), ma è stimato in aumento per gli USA (48.9 Mio t, +4.1%), riflettendo le aspettative per una maggiore competitività degli USA e per una crescente domanda dal Messico, in seguito a una decisa diminuzione dei prospetti sulla produzione di Sorgo. L’import di Mais è in crescita in Messico (16.5 Mio t, +6.5%) e Canada, ma in diminuzione in Corea del Sud. Se tali previsioni si realizzassero, il Messico diventerebbe il principale importatore mondiale di Mais per la stagione 2017-18.
L’export di Soia è previsto in aumento per Brasile (65 Mio t, +1.6%) e Paraguay (6 Mio t, +9.1%), mentre l’import di Soia è in crescita in Cina (97 Mio t, +2.1%).

Gli stock finali globali di Mais sono attesi in aumento a (203.9 Mio t, +1.4%), riflettendo principalmente gli incrementi in USA (63.2 Mio t, +6.3%), UE e Argentina, i quali più che compensano le riduzioni attese per Cina (78.7 Mio t, -0.7%), Vietnam, Canada e Ucraina.
Anche gli stock finali di Soia sono in crescita rispetto alle stime di Ottobre (97.9 Mio t, +1.9%), in seguito agli aumenti per Cina (20.6 Mio t, +5.1%), Argentina e Brasile.

Trend annuale dell'import di Mais | Principali importatori

Trend annuale dell’import di Mais | Principali importatori

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Agosto 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +21.1%, ad un livello di 3507 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 1029.2 t, -0.2% medesimo periodo.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Ottobre il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è aumentato rispetto a Settembre. La prima metà di Novembre mostra un ulteriore aumento (+0.25%). L’indicatore Milk:Feed Radio di Ottobre è ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.73 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Mais & Soia - Novembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-NOV-17-IT.pdf (2 MB)
Mais & Soia - Novembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.


Fonte: USDA

Gli stock di Mais si riducono in Cina, ma crescono negli USA [Mais e Soia - n°10/2017]

Pubblicato il 17/10/2017

Scarica il PDF

Il report Mais & Soia si sposta su TESEO, sito web dedicato al mercato agricolo ed allevatoriale. Non vuoi perdere i prossimi aggiornamenti?

La produzione globale di Mais per la stagione 2017-18 è attesa a 1038.8 Mio t (+0.6% rispetto alle stime di Settembre), mentre la produzione globale di Soia è stimata in leggera diminuzione a 347.9 Mio t (-0.2%)

La produzione di Mais è in aumento negli USA (362.7 Mio t, +0.7% rispetto al mese scorso), Nigeria, Turchia e Mozambico. Tale incremento è parzialmente bilanciato dalle riduzioni attese per Russia e Ucraina (27 Mio t, -1.8%), date le inferiori rese dei terreni, e per altri paesi come Etiopia e Tanzania.
In Russia e Ucraina è attesa una diminuzione anche per la produzione di Soia, non completamente bilanciata dagli aumenti previsti per Cina (14.2 Mio t, +1.4%) e Messico.

L’export di Mais è in aumento in Messico e in Argentina (29 Mio t, +1.8%), terzo esportatore mondiale, che registra esportazioni in continuo aumento sin dalla stagione 2013-14. L’export di Soia è invece stimato in diminuzione, come evidenziato in precedenza per l’offerta, anche in Russia e Ucraina (21.5 Mio t, -2.27%). Per l’Ucraina è stimato a ribasso anche l’export di Soia.

Gli stock globali di Mais sono attesi in diminuzione (201 Mio t, -0.7%), riflettendo la diminuzione stimata per il Messico e la Cina (79.2 Mio t, -2.5%), la quale ha registrato un incremento nell’utilizzo industriale e alimentare di Mais. Tali diminuzioni sono solo parzialmente bilanciate da aumenti stimati in Argentina (6.1 Mio t. +32.8%), Turchia e USA (59.4 Mio t, +0.2%).
Anche gli stock finali globali di Soia sono previsti a ribasso (96 Mio t, -1.5%) con riduzioni per Brasile e USA (11.7 Mio t, -9.4%). Se le previsioni si realizzassero, il rapporto tra stock e utilizzo sarebbe il più alto sin dalla stagione 2006-07 per gli USA.

Stock finali, con focus  su USA, Cina e resto del Mondo

Stock finali, con focus su USA, Cina e resto del Mondo

Focus Italia:

Nel periodo Gennaio – Luglio 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +24.9%, ad un livello di 3230.6 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 936.4 t, +8.4% medesimo periodo.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Settembre il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito di -1.9% rispetto ad Agosto. La prima metà di Ottobre mostra un leggero aumento (+0.3%). L’indicatore Milk:Feed Radio di Settembre è ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.74 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Mais & Soia - Ottobre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-IT-OTT-2017.pdf (641 kB)
Mais & Soia - Ottobre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.


Fonte: USDA

Aumenta la domanda di Mais in Europa [Mais e Soia - n°9/2017]

Pubblicato il 15/09/2017

Scarica il PDF

Il report Mais & Soia si sposta su TESEO, sito web dedicato al mercato agricolo ed allevatoriale. Non vuoi perdere i prossimi aggiornamenti?

La produzione mondiale di Mais nella stagione 2017-18 (iniziata il 1° Settembre) è prevista a 1032.63 Mio t, in leggera diminuzione (-0.1%) rispetto alle stime di Agosto. Gli aumenti attesi negli Stati Uniti, in Argentina e in Messico, sono bilanciati da minori produzioni in Unione Europea e in Ucraina.

Il raccolto statunitense è stimato a 360.30 Mio t (+0.2%). L’impiego di Mais nella produzione di etanolo è però atteso in diminuzione, sulla base dei dati di utilizzo nella stagione in corso e delle basse esportazioni. Gli stock finali sono stimati quindi in aumento rispetto alle previsioni del mese scorso (+2.7%). A livello mondiale si osserva un livello degli stock inferiore rispetto alle 3 stagioni precedenti, con una sostanziale riduzione in Cina (-19.8%), il Paese che detiene la quota più alta di stock di Mais.

Si prevede un aumento dell’export dell’Ucraina (+2.3%), quarto Paese esportatore di Mais, dopo USA, Brasile e Argentina, in vista dell’aumento della domanda europea di Mais.

L’Ucraina è il principale fornitore di Mais dell’Italia: 1060.7 t nel primo semestre del 2017.

La produzione mondiale di Soia nella stagione 2017-18 (che inizierà il 1° Ottobre) è prevista a 348.44 Mio t, +0.3% rispetto alle previsioni di Agosto, riflettendo soprattutto un maggiore raccolto negli Stati Uniti (120.59 Mio t). L’export statunitense è stimato in aumento di 1.1%, favorito dall’aumento delle produzioni e dai prezzi decrescenti.

In Cina, principale importatore di Soia, le importazioni sono previste in ulteriore aumento: +1.06% rispetto alle stime del mese scorso, +3.26% rispetto alla stagione 2016-17.

UE-28 | Import settimanale cumulato di Mais

UE-28 | Import settimanale cumulato di Mais

Focus Italia:

Nel primo semestre del 2017 l’Italia ha aumentato le proprie importazioni di Mais del +28.5%, ad un livello di 2839.5 t. Le importazioni Italiane di Soia si attestano a 811.6 t, +16% rispetto al primo semestre del 2016.

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

Italia | Import di Mais e Soia – principali fornitori

In Agosto il costo dell’alimento simulato (modello teorico di alimento composto per il 70% da Mais e per il 30% da Soia) è diminuito di 4.19% rispetto a Luglio. La prima metà di settembre mostra un ulteriore calo (-1.64%). L’indicatore Milk:Feed Radio di Agosto è ad alti livelli: con il ricavo ottenuto dalla vendita di 1 kg di latte si possono ottenere 1.68 kg di Alimento Simulato.

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Italia | Confronto tra il costo dell’alimento simulato e il prezzo del Latte alla Stalla in Lombardia

Mais & Soia - Settembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-IT-SET-2017.pdf (687 kB)
Mais & Soia - Settembre 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.


Fonte: USDA

Nel Corn Belt frena la produzione di Mais [Mais e Soia - n°8/2017]

Pubblicato il 17/08/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Agosto 2017, stima produzioni globali di Mais in leggera diminuzione (1033.5 Mio t, -0.3% rispetto alle stime di Luglio) e produzioni globali di Soia in aumento (347.36 Mio t, +0.7%).

La produzione di Mais è in diminuzione negli USA (359.5 Mio t, -0.7%), riflettendo principalmente le inferiori stime per diversi Stati del Corn Belt (South Dakota, Iowa, Minnesota, Illinois). Minori produzioni di Mais sono attese anche in UE-28 (60 Mio t, -2.6%) e Canada (13.9 Mio t, -3.5%), parzialmente bilanciate dall’aumento stimato per la Russia.

La produzione di Soia è attesa in aumento negli Stati Uniti (119.2 Mio t, +2.8%), dato l’aumento delle rese, mentre è prevista in diminuzione in Canada, a causa della siccità nelle Praterie Canadesi e delle eccessive piogge nelle regioni orientali.

L’export di Mais è in diminuzione per USA (46.99 Mio t, -1.3%), UE-28 (1.5 Mio t, -34.8%), Serbia e Canada (1.3 Mio t, -13%), più che compensando l’aumento stimato per Ucraina (21.5 Mio t, +4.9%) e Russia.
L’export di Mais degli USA in diminuzione riflette la crescente competitività dell’offerta in Brasile e Argentina, mentre l’export di Soia dagli Stati Uniti è atteso in aumento, parzialmente bilanciato dalle minori spedizioni previste per l’Argentina.

Gli stock finali globali sono pressoché invariati per il Mais, mentre sono previsti in aumento per la Soia (97.78 Mio t, +4.5%), riflettendo gli incrementi per USA (12.9 Mio t, +3.3%), Argentina (36.7 Mio t, +10.9%) e Brasile (24 Mio t, +3%), i tre maggiori esportatori di Soia (88% dell’export globale).

Il report “Mais e Soia” è in continuo sviluppo per incontrare l’interesse degli utenti. Quali altre informazioni vorresti trovare? Scrivi a newsteam@clal.it!

Principali esportatori mondiali di Mais e Soia - share sul totale (previsioni 2017-18)

Principali esportatori mondiali di Mais e Soia – share sul totale (previsioni 2017-18)

Mais & Soia - Agosto 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-AGO-17-IT1.pdf (578 kB)
Mais & Soia - Agosto 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Cina: offerta di Soia in crescita [Mais e Soia - n°7/2017]

Pubblicato il 27/07/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Luglio 2017, stima produzioni globali di Mais e Soia in leggero aumento rispetto alle previsioni formulate a Giugno, rispettivamente a 1036.9 Mio t (+0.5%) e 345.1 Mio t (+0.1%).

La produzione di Mais è stimata in aumento negli Stati Uniti (362.1 Mio t, +1.4%) e nel Sud-Est Asiatico (30.2 Mio t, +2%), più che compensando la diminuzione attesa per la UE (61.6 Mio t, -0.6%). Quest’ultima riflette la minor produzione prevista in Spagna, dove il caldo e la siccità durante il periodo di riempimento del grano hanno influito negativamente sulla previsione delle rese.

La produzione di Soia è in prevista in crescita negli USA (115.9 Mio t, +0.1%) e in Cina (14 Mio t, +1.4%).
In Cina, il maggior importatore mondiale di Soia, si stima un aumento delle aree coltivate. L’incremento produttivo, insieme ad un maggiore import (94 Mio t, +1.1%), genera una previsione per gli Stock finali di 18.9 Mio t (+8.6%).

Gli stock finali globali di Mais sono previsti in aumento (200.8 Mio t, +3.3% rispetto alla previsione del mese scorso) rimanendo però inferiori al livello delle ultime tre stagioni.

Gli stock finali di Soia sono in crescita (93.5 Mio t, +1.4%), con aumenti in Argentina (33.1 Mio t, +2%) e Cina (18.9 mio t, +8.6%), parzialmente compensati dalla diminuzione prevista negli Stati Uniti (12.5 Mio t, -7.1%).

Il report “Mais e Soia” è in continuo sviluppo per incontrare l’interesse degli utenti. Quali altre informazioni vorresti trovare? Scrivi a newsteam@clal.it!

Principali importatori mondiali di Mais e Soia - share sul totale (previsioni 2017-18)

Principali importatori mondiali di Mais e Soia – Share sul totale (previsioni 2017-18)

Mais & Soia - Luglio 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-LUG-17-IT.pdf (584 kB)
Mais & Soia - Luglio 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Maggiori importazioni di Mais previste per l’UE [Mais e Soia - n°6/2017]

Pubblicato il 13/06/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il rapporto WASDE di Giugno 2017, che prevede per la stagione 2017-18 una diminuzione delle produzioni globali di Mais (1031.86 Mio t, -0.2%) e una produzione invariata per la Soia (344.67 Mio t), rispetto alle stime della nuova stagione formulate a Maggio.

La produzione statunitense di Mais è confermata a 357.27 Mio t, stabile rispetto al mese scorso, ma in diminuzione del 7.1% rispetto alla stagione in corso, terminante il 31 Agosto.

La produzione europea di Mais per la nuova stagione è stimata a 62 Mio t, -2.4% in rapporto alle previsioni di Maggio a causa della riduzione delle aree coltivate in Francia e Germania, ma +2.1% se confrontata con la stagione 2016-17.

Rispetto alla stagione in corso, terminante il 30 Settembre, la produzione globale di Soia è stimata inferiore (-1.9%) con riduzioni previste nei 3 principali Player Produttori: USA (-1.2%), Brasile (-6.1%) e Argentina (-1.4%).

Le proiezioni relative al trade del Mais mostrano un aumento dell’export per Ucraina e Russia, ed un aumento dell’import per l’UE-28 (da 14 Mio t a 15).

Le scorte finali di Mais sono stimate a 194.33 Mio t, in diminuzione in rapporto sia alle previsioni di Maggio (-0.5%), sia alla stagione in corso (-13.5%). Le scorte finali di Soia sono previste di 92.22 Mio t, superiori rispetto alle ultime stime (+3.1%), ma inferiori rispetto alla stagione corrente (-1.1%).

Il report “Mais e Soia” è in continuo sviluppo per incontrare l’interesse degli utenti. Quali altre informazioni vorresti trovare? Scrivi a newsteam@clal.it!

CLAL.it - Importazioni di Mais

CLAL.it – Importazioni di Mais

CLAL.it - Importazioni di Soia

CLAL.it – Importazioni di Soia

Mais & Soia - Giugno 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-GIU17-IT.pdf (583 kB)
Mais & Soia - Giugno 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

 

Stime per la nuova stagione [Mais e Soia - n°5/2017]

Pubblicato il 12/05/2017

Scarica il PDF

Il rapporto mensile di Maggio 2017 del  Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense (World Agricultural Supply and Demand Estimates Report – WASDE) presenta le stime per la nuova stagione 2017-18. La produzione globale è stimata in diminuzione sia per il Mais (1033.66 Mio t, -3% rispetto al 2016-17) che per la Soia (344.21 Mio t, -1%).

La produzione di Mais è attesa in diminuzione in Cina (215 Mio t, -2.1%) e negli Stati Uniti (357.3 Mio t, -7.1%), che insieme rappresentano il 56% della produzione globale di Mais. Tale aumento è parzialmente bilanciato dai maggiori raccolti in UE e Canada. La produzione di Soia è stimata inferiore rispetto ai livelli record della precedente stagione, negli USA (115.8 Mio t, -1.2% from the previous season), in Brasile (107 Mio t, -4.1%) e Paraguay (9.4 Mio t, -8.7%) dove le rese sono tornate a livelli ordinari.

L’outlook per il Mais negli USA prevede, per la stagione 2017-18, minori produzioni, uso domestico, export e stock finali. L’impiego in FSI (alimentazione, semina ed industria) è atteso in aumento del 1.1%, principalmente in seguito all’incremento del Mais usato nella produzione di etanolo (+1.3 Mio t), riflettendo le aspettative di un maggior utilizzo di gasolio. Per la Soia ci si attendono maggiore offerta, trasformazione in farina e olio, esportazioni e stock finali rispetto alla stagione 2016-17. La quota statunitense sulle esportazioni mondiali è stimata in aumento a 39%, vicino alla media degli ultimi 5 anni.

In Cina, l’offerta totale di Mais è attesa in diminuzione per la stagione 2017-18, in base alle riduzioni attese per gli stock iniziali e per la produzione (rispettivamente -8.54% e -2.1%). Per la domanda è previsto un incremento dell’utilizzo di Mais, dati i bassi prezzi del mercato interno, la promozione all’utilizzo di prodotto nazionale da parte del governo e il rallentamento dell’import di prodotti sostitutivi.

Gli stock finali globali di Mais sono stimati a ribasso (195.27 Mio t, -12.8%) rispetto al record della stagione precedente e, se la previsione si realizzasse, sarebbero i più bassi dal 2013-14, riflettendo la diminuzione prevista per USA e Cina. La minore produzione globale di Soia porta a una previsione di -1.3 Mio t per gli stock globali, con decrementi in particolare per Brasile e Argentina, dove si attende una diminuzione complessiva di 2.6 Mio t.

Il report “Mais e Soia” è in continuo sviluppo per incontrare l’interesse degli utenti. Quali altre informazioni vorresti trovare? Scrivi a newsteam@clal.it!

World – Produzioni, Consumi e Stock di Mais

World – Produzioni, Consumi e Stock di Mais

World – Produzioni, Consumi e Stock di Soia

World – Produzioni, Consumi e Stock di Soia

Report di aggiornamento n.5 (Maggio 2017) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-MAG-2017-IT.pdf (555 kB)
Mais & Soia - Maggio 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Aumenta la concorrenza per Mais e Soia dal Sud America [Mais e Soia - n°4/2017]

Pubblicato il 13/04/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il rapporto WASDE di Aprile 2017, che prevede per la stagione 2016-17 un aumento delle produzioni mondiali di Mais (1053.76 Mio t, +0.4%) e di Soia (345.97 Mio t, +1.5%), rispetto alle stime formulate a Marzo.

La produzione di Mais è in aumento in Brasile (93.5 Mio t, +2.2%), con stime in aumento per l’area coltivata nel secondo raccolto, e in Argentina (38.5 Mio t, +2.7%), in base a rese maggiori di quanto previsto.

La maggior produzione di Soia è concentrata nel Sud America: Brasile (111 Mio t, + 3 Mio t rispetto alle stime precedenti), Argentina (56 Mio t, +0.5 Mio t), Paraguay (10.10 Mio t, +0.9 Mio t) e Uruguay.

Secondo le previsioni, il quantitativo di Mais statunitense usato nella produzione di etanolo dovrebbe aumentare del +0.9% (rispetto alle stime di Marzo), aumento bilanciato dalla riduzione degli altri utilizzi (-0.9%).

Le previsioni per il trade globale stimano in aumento le esportazioni di Mais di Brasile e Argentina (rispettivamente 32 Mio t e 26 Mio t). Nella prossima stagione si prevede che gli Stati Uniti subiranno la concorrenza di questi Paesi.
L’import di Soia è in aumento in Cina (costituisce il 63% delle importazioni mondiali) e UE-28 (costituisce il 10%), corrispondendo a un maggiore export globale (143.3 Mio t).

Gli stock finali globali sono stimati in crescita sia per il Mais (222.98 Mio t, +1%), con aumenti per Messico, Brasile, Indonesia e Argentina, che per la Soia (87.41 Mio t, +5.5%), con aumenti negli Stati Uniti, Argentina, Brasile e Cina).

Mais e Soia - Principali esportatori (Previsioni 2016-17)

Mais e Soia – Principali esportatori (Previsioni 2016-17)

Report di aggiornamento n.4 (Aprile 2017) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-APR-2017-IT.pdf (506 kB)
Mais & Soia - Aprile 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Cresce la produzione di Mais e Soia in Brasile [Mais e Soia - n°3/2017]

Pubblicato il 15/03/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Marzo 2017, stima produzioni globali di Mais e Soia in aumento rispetto alle stime formulate a Febbraio, rispettivamente a 1049.24 Mio t (+0.9%) e 340.79 Mio t (+1.2%).

La produzione di Mais è prevista in aumento in Argentina (+2.7%), Sud Africa, India e specialmente Brasile (+5.8%), con incrementi delle aree coltivate e delle rese dovuti alla rapida crescita vegetativa in vista del secondo raccolto di Mais nella regione Centro-Occidentale. In Brasile anche la produzione di Soia è prevista in crescita (+3.8%), dato l’aumento del raccolto, previsto a un record di 108 Mio t, in seguito alle piogge favorevoli durante la stagione di crescita.

Negli USA l’export di Soia è stimato in diminuzione a 55.11 Mio t (-1.2% rispetto alle stime di Febbraio); di conseguenza gli stock finali sono previsti in rialzo a 11.84 Mio t (+3.6%). Le previsioni per il Mais negli USA mostrano un maggiore utilizzo nella produzione di etanolo e una diminuzione del quantitativo destinato all’alimentazione e nell’utilizzo residuo. Il Mais utilizzato per produrre etanolo è in crescita del 0.9% rispetto allo scorso mese, riflettendo l’elevato ritmo nella produzione di etanolo durante il mese di Febbraio.

Maggiori esportazioni di Soia per Brasile e Paraguay bilanciano la diminuzione prevista per gli USA. Parallelamente ad un maggior export è stimato un aumento di 1.0 Mio t per l’import di Soia della Cina, raggiungendo un record di 87 Mio t. L’export di Mais è stimato in aumento in Brasile, Argentina e Sud Africa, mentre l’import è in crescita in Iran.
Gli stock finali globali sono stimati in aumento sia per il Mais (+1.4%) che per la Soia (+2.5 Mio t, suddiviso tra Brasile, Cina e Stati Uniti).

Mais e Soia - principali produttori

Mais e Soia – principali produttori

Report di aggiornamento n.3 (Marzo 2017) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-MAR-2017-IT.pdf (513 kB)
Mais & Soia - Marzo 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Il governo cinese promuove l’uso e l’export di Mais [Mais e Soia - n°2/2017]

Pubblicato il 15/02/2017

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il report WASDE di Febbraio 2017, il quale stima per la stagione 2016-17 una produzione globale di Mais in leggero aumento (1040,21 Mio t, +0,2% rispetto alle stime di Gennaio) e una produzione globale di Soia in diminuzione (336,62 Mio t, -0,4 %).

Negli Stati Uniti la produzione è stimata invariata rispetto alle previsioni del mese scorso. È prevista in aumento, invece, in Ucraina, sia per il Mais (28 Mio t, +1 Mio t dal mese scorso) che per la Soia, in seguito ad un aumento delle rese dei terreni.

La produzione di Mais è prevista a livelli record in Messico (26 Mio t, +1,5 Mio t), date le maggiori aree coltivate e il minor livello di abbandono grazie ad una stagione estiva favorevole per la crescita.

La produzione di Soia è in diminuzione in Argentina (55.5 Mio t, – 1,5 Mio t) dove una forte piovosità ha ridimensionato le aspettative per le aree coltivate.

In Cina, secondo produttore di Mais con 220 Mio t all’anno (dopo gli Stati Uniti), i consumi sono previsti in aumento, riflettendo la riduzione improvvisa delle importazioni di sostituti, prezzi interni bassi e sforzi del governo per promuovere il consumo delle produzioni interne. Si attende anche una crescita dell’export cinese di prodotti a base di Mais.

Il 47% degli stock finali di Mais è previsto in Cina.

World - Stock finali di Mais, totale e % sul totale

World – Stock finali di Mais, totale e % sul totale

Report di aggiornamento n.2 (Febbraio 2017) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-FEB-2017-IT.pdf (2 MB)
Mais & Soia - Febbraio 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

USDA rivede al ribasso le rese dei terreni USA [Mais e Soia - n°1/2017]

Pubblicato il 19/01/2017

Scarica il PDF

ll Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il rapporto WASDE di Gennaio 2017, il quale stima una produzione globale di Mais in leggera diminuzione (1037.93 Mio t, -0.2% rispetto alle previsioni di Dicembre) e una produzione di Soia sostanzialmente invariata (337.85 Mio t).

Negli USA la produzione di Mais è prevista in diminuzione (384.78 Mio t, -0.5%) date le minori aree coltivate e le inferiori rese. Anche la produzione di Soia è in diminuzione rispetto alle stime dello scorso mese (117.21 Mio t, -1.2%) pur mantenendosi ad un livello record, così come le rese. La quantità di Mais impiegata nella produzione di etanolo è in aumento a 13.5 Mio t, l’ammontare di Mais utilizzato tra Settembre e Novembre è stimato al massimo storico.

La produzione di Mais è in aumento in Serbia, parzialmente bilanciata da una minor produzione in Bolivia, dove l’impatto di una violenta siccità durante la stagione di crescita è stato peggiore di quanto previsto. La maggior variazione nella produzione di Soia è costituita da un aumento di 2.0 Mio t per il Brasile, dove le precipitazioni hanno migliorato i prospetti sulle rese.

L’export di Mais è in diminuzione per l’India, più che bilanciato da aumenti in Serbia e UE (2.0 Mio t, +0.2) mentre l’export di Soia è in crescita in Brasile (59.5 Mio t, +1.1 Mio t), con diminuzioni invece in Bolivia e Uruguay.

Rese dei terreni di Mais (Previsioni 2016-17)

Rese dei terreni di Mais (Previsioni 2016-17)

Rese dei terreni di Soia (Previsioni 2016-17)

Rese dei terreni di Soia (Previsioni 2016-17)

Report di aggiornamento n.1 (Gennaio 2017) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-GEN-2017-IT.pdf (1 MB)
Mais & Soia - Gennaio 2017: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Stock globali: nuovo record! [Mais e Soia - n°12/2016]

Pubblicato il 14/12/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Dicembre 2016, stima produzioni globali di Mais e Soia in leggero aumento rispetto alle stime formulate a Novembre, rispettivamente a 1039.73 Mio t (+0.9%) e 338 Mio t (+0.6%).

La produzione di Mais è in aumento in Brasile (+3.6%), con un aumento delle aree coltivate e delle rese dei terreni (se si realizzasse costituirebbe un record), in Cina (+1.6%), Russia, Canada e Indonesia. La produzione di Soia è stimata in crescita in India (+18%) e in Canada, riflettendo un aumento delle rese dei terreni.

Si prevede che nel 2017 gli Stati Uniti dovranno affrontare una forte concorrenza dal Sud America, che dovrebbe influenzare in particolare nel primo semestre l’export di Mais, mentre nel secondo semestre l’export di Soia.

Gli stock finali statunitensi di Mais e Soia si confermano a livelli record, rispettivamente 61.05 Mio t (27.5% del totale mondiale) e 13.07 Mio t (15.8%). Ciò si riflette nelle previsioni degli stock finali globali, stimati a livelli massimi per il Mais (222.25 Mio t, +1.9% rispetto alle stime dello scorso mese), con incrementi per Cina, Vietnam, Brasile e Russia, e per la Soia (82.85 Mio t, +1.6%), riflettendo principalmente gli aumenti per Argentina e India.

World - Stock finali di Mais, totale e % sul totale

World – Stock finali di Mais, totale e % sul totale

World - Stock finali di Soia, totale e % sul totale

World – Stock finali di Soia, totale e % sul totale

Report di aggiornamento n.12 (Dicembre 2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-DIC-2016-IT.pdf (572 kB)
Mais & Soia - Dicembre 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

 

 

L’offerta di Mais aumenta più velocemente della domanda [Mais e Soia - n°11/2016]

Pubblicato il 17/11/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il rapporto WASDE di Novembre 2016, che prevede per la stagione 2016-17 un aumento delle produzioni mondiali di Mais (1030.53 Mio t) e di Soia (336.09 Mio t), rispetto alle stime formulate a Ottobre.

Le previsioni riflettono maggiori raccolti di Mais attesi negli Stati Uniti, in Ucraina e Russia, con un aumento delle rese dei terreni, e maggiori raccolti di Soia negli Stati Uniti, Russia e Messico.

Negli Stati Uniti l’impiego di Mais nella produzione di etanolo è previsto in aumento di 0.63 Mio t rispetto alle previsioni del mese scorso, mentre l’impiego di Mais in ambito FSI (food, seed and industrial) è stimato in aumento di 1.52 Mio t. Con un’offerta che cresce più velocemente della domanda, gli stock finali di Mais sono attesi a 13.08 Mio t.

Nonostante l’aumento dell’offerta di Soia negli Stati Uniti, la trasformazione in farina e olio (crush) è prevista in diminuzione di 0.54 Mio t, soprattutto per la riduzione delle esportazioni di farina. Rallentano le vendite verso diversi mercati, tra cui Messico, Canada, Thailandia e UE. Anche il consumo interno di farina di Soia è in leggero calo.

Mais forward curve (CME futures)

Mais forward curve (CME futures)

Soia forward curve (CME futures)

Soia forward curve (CME futures)

Report di aggiornamento n.11 (Novembre 2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-NOV-2016-IT.pdf (554 kB)
Mais & Soia - Novembre 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

 

Più aree coltivate in Brasile [Mais e Soia - n°10/2016]

Pubblicato il 21/10/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Ottobre 2016, prevede per la stagione 2016-17 una produzione globale di Mais record (1025.69 Mio t , invariata rispetto al mese precedente) e una produzione globale  di Soia in aumento (333.22 Mio t, +0.8%).

Negli Stati Uniti è attesa una produzione di Mais in leggera diminuzione a 382.48 Mio t (-0.2% rispetto alle stime di Settembre), mentre si prevede un aumento della produzione di Soia (116.18 Mio t), per effetto dell’aumento delle rese dei terreni.

Secondo l’ultimo report “CONAB”, in Brasile si riscontra un aumento delle aree coltivate sia per il Mais che per la Soia, riflettendosi in previsioni produttive in aumento per entrambi, con valori che si attestano a 83.5 Mio t per il Mais e al livello record di 102 Mio t per la Soia.

Gli stock finali globali di Mais sono stimati in diminuzione (216.81 Mio t, -1.2%) ma si mantengono molto alti rispetto al passato. Per la Soia invece gli stock finali sono previsti in crescita a 77.36 Mio t, con un aumento per i 4 principali Produttori mondiali (Stati Uniti, Brasile, Argentina e Cina).

TESEO - Confronto fra i prezzi del Mais in Italia, USA e Argentina

TESEO – Confronto fra i prezzi del Mais in Italia, USA e Argentina

TESEO - Confronto fra i prezzi della Soia in Italia, USA e Argentina

TESEO – Confronto fra i prezzi della Soia in Italia, USA e Argentina

Report di aggiornamento n.10 (Ottobre 2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-OTT-2016-IT.pdf (912 kB)
Mais & Soia - Ottobre 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Stock globali di Mais a livelli record [Mais e Soia - n°9/2016]

Pubblicato il 15/09/2016

Scarica il PDF

ll Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il rapporto WASDE di Settembre 2016, che stima la produzione globale di Mais in diminuzione a 1026.61 Mio t (-0.2% rispetto alle previsioni di Agosto) e la produzione globale di Soia in leggero aumento a 330.43 Mio t (+0.02 Mio t).

Negli Stati Uniti, la produzione di Mais è stimata in diminuzione (383.38 Mio t, -0.4% rispetto al mese scorso) mentre la produzione di Soia è prevista ad un livello record di 114.33 Mio t, +3.83 Mio t con stime maggiori per le rese, più che compensando gli inferiori stock iniziali.

In Cina, l’import di Mais è in aumento (+2 Mio t) a fronte di una minore produzione dovuta alla siccità. L’Import di Soia è invece in diminuzione (-1 Mio t) per l’aumento delle aree coltivate.

Gli stock finali globali di Soia sono stimati in crescita (72.17 Mio t), mentre gli stock globali di Mais, nonostante una revisione al ribasso delle stime, sono ancora previsti ad un livello record (219.5 Mio t).

CLAL.it – Stock finali di Mais e Soia

CLAL.it – Stock finali di Mais e Soia

Report di aggiornamento n.9 (Settembre 2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-SET-2016-IT.pdf (1 MB)
Mais & Soia - Settembre 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade

Mais e Soia n°8/2016: resa dei terreni USA in aumento

Pubblicato il 19/08/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Agosto 2016, prevede per la stagione 2016-17 una produzione di Mais e Soia a livelli record, rispettivamente 1028 Mio t di Mais e 330 Mio t di Soia.

Negli Stati Uniti la maggior produzione riflette l’aumento della resa dei terreni.

La resa del Mais è di 175.1 bushels per acro (11.12 tons per ettaro).

La resa della Soia è di 48.9 bushels per acro (3.33 tons per ettaro).

In Giugno 2016 le importazioni statunitensi di Mais Biologico sono state sopra le attese.

In Argentina si prevede un aumento delle aree dedicate alla coltivazione di Mais ed una riduzione di quelle dedicate al Frumento. In India l’area del Mais si è estesa grazie alle piogge che hanno favorito la semina. In Messico le abbondanti piogge estive hanno incrementato le rese.

CLAL.it - – Produzioni, Consumi e Stock di Mais e Soia

CLAL.it – Produzioni, Consumi e Stock di Mais e Soia

Report di aggiornamento n.8 (Agosto 2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-AGO-2016-IT.pdf (795 kB)
Mais & Soia - Agosto 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Mais e Soia n°7/2016: Aree coltivate in aumento negli USA per Mais e Soia

Pubblicato il 19/07/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Luglio 2016, prevede per la stagione 2016-17 una produzione globale di Mais in leggera diminuzione a 1010.74 Mio t (-1.03 Mio t) ed una produzione di Soia in aumento a 325.95 Mio t (+2.25 Mio t).

 La produzione di Mais è stimata in diminuzione per il Brasile (-2 Mio t) e il Canada (-1.3 Mio t) date le inferiori rese previste. La produzione di Soia è in rialzo in Unione Europea (+0.05 Mio t) e in Canada.

Negli Stati Uniti la produzione di Mais per la stagione 2016-17 è prevista in crescita (+2.79 Mio t) con maggiori aree destinate alla coltivazione. Anche la produzione di Soia è stimata al rialzo a 105.60 Mio t date le maggiori aree coltivate, stimate ad un livello record di 83.0 milioni di acri.

Gli stock finali globali per il 2016-17 sono attesi in crescita (+3.27 Mio t) riflettendo aumenti previsti in Cina (+2.1 Mio t), USA (+1.85 Mio t) ed Indonesia. Anche gli stock finali di Soia sono previsti al rialzo (+0.79 Mio t) riflettendo l’aumento atteso negli USA, il quale più che compensa una riduzione per il Brasile.

TESEO.clal.it – Alimento Simulato

TESEO.clal.it – Alimento Simulato

Report di aggiornamento n.7 (Luglio  2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-LUG-2016-IT.pdf (1 MB)
Mais & Soia - Luglio 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Mais e Soia n°6/2016: competitività USA favorita dal minor export del Brasile

Pubblicato il 14/06/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense ha divulgato il report WASDE di Giugno 2016, che stima in leggero aumento (1011.8 Mio t, +0.7 Mio t) le produzioni di Mais ed in leggera diminuzione (323.7 Mio t, -0.5 Mio t) le produzioni di Soia, per la stagione 2016-17, rispetto alle previsioni formulate a Maggio.

Si prevede per il Brasile, uno dei principali Produttori ed Esportatori di Mais e Soia, una riduzione dell’export, a causa della minor produzione nella stagione in corso 2015-16, per la fine anticipata della stagione delle piogge. La minor produzione di Mais in Brasile e la raccolta tardiva in Argentina hanno migliorato la competitività degli USA, il cui export è previsto a 51.7 Mio t di Mais e 49.5 Mio t di Soia.

Gli stock finali globali di Mais sono stimati a 205.1 Mio t, inferiori rispetto alle stime di Maggio, riflettendo la diminuzione prevista per gli Stati Uniti dovuta alle maggiori esportazioni. Anche gli stock di Soia sono previsti in diminuzione a 66.31 Mio t.

CLAL.it - World: Prezzi Mais e Soia

CLAL.it – World: Prezzi Mais e Soia

Report di aggiornamento n.6 (Giugno  2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-GIU-2016-IT.pdf (976 kB)
Mais & Soia - Giugno 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Mais e Soia n°5/2016: stime per la nuova stagione

Pubblicato il 16/05/2016

Scarica il PDF

Il rapporto mensile di Maggio 2016 del  Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense (World Agricultural Supply and Demand Estimates Report – WASDE) presenta le stime per la nuova stagione 2016-17.

La produzione globale di Mais è prevista a 1011 Mio t, in aumento del 4.4% rispetto alla stagione in corso terminante il 31 Agosto. Maggiori raccolti sono attesi negli Stati Uniti (+6.1%), Sud Africa, Unione Europea, Argentina, Russia e Ucraina.

Anche la produzione di Soia è attesa in aumento (+2.6%) rispetto alla campagna in corso terminante il 30 Settembre, con un raccolto globale di 324 Mio t. Si attende un aumento produttivo in Brasile e Argentina, mentre negli USA si prevede una diminuzione del 3.3% con minori aree coltivate e rese dei terreni.

In Cina, secondo Produttore mondiale di Mais, la produzione per la nuova stagione è prevista in diminuzione, mentre il consumo in aumento. La riduzione degli incentivi per le piantagioni di Mais ha però favorito un aumento della produzione di Soia, di cui la Cina è principale Paese importatore.

TESEO.clal.it – Alimento Simulato

TESEO.clal.it – Alimento Simulato

Report di aggiornamento n.5 (Maggio  2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-MAG-2016-IT.pdf (1 MB)
Mais & Soia - Maggio 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.

Mais e Soia n°4/2016: Maggiori produzioni previste in Argentina

Pubblicato il 15/04/2016

Scarica il PDF

Il Dipartimento per l’Agricoltura Statunitense, nel rapporto WASDE di Aprile 2016, prevede per la stagione 2015-16 una produzione globale di Mais di 972.13 Mio t (+2.49 Mio t rispetto alle previsioni di Marzo) ed una produzione di Soia di 320.15 Mio t, invariata dalle stime precedenti.

La produzione di Mais e Soia è stimata in aumento in Argentina (rispettivamente +1 Mio t e +0.5 Mio t). E’ prevista in aumento anche la produzione di Mais in Messico e Serbia (+0.5 Mio t), mentre in India vi è una riduzione produttiva di Soia (-0.5 Mio t), a causa della diminuzione delle aree coltivate e delle rese dei terreni.

L’import di Mais dell’Europa è previsto in diminuzione di 1 Mio t, a causa di una maggiore offerta di Frumento a prezzi competitivi.

L’export di Soia è stimato in aumento per gli Stati Uniti (+0.41 Mio t), riflettendo un aumento nelle importazioni della Cina (+1 Mio t).

In Cina si prevede un aumento dell’impiego del Mais nell’alimentazione, che ha prezzi più favorevoli del Frumento, quindi gli stock finali sono stimati inferiori alle stime precedenti (-2 Mio t).

Principali Produttori di Mais e Soia

Principali Produttori di Mais e Soia

Report di aggiornamento n.4 (Aprile  2016) sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade globale.
MAIS-SOIA-APR-2016-IT.pdf (981 kB)
Mais & Soia - Aprile 2016: Report di aggiornamento sui prezzi, i dati di produzione ed il Trade