Italia: Produzioni di Formaggio Piave

In questa pagina trovano spazio, in prospettiva temporale, i dati relativi alla produzione italiana di formaggio D.O.P. Piave.

I dati sono presentati in una tabella diacronica, seguita da due grafici, che li visualizzano sia su base annuale sia su base mensile.

Nota:

Il formaggio viene commercializzato in tipologie corrispondenti ai diversi tempi di stagionatura.
È possibile, infatti, distinguere fra:
  • un fresco di 20-60 giorni
  • un mezzano di 60-180 giorni
  • un vecchio di oltre 180 giorni
  • un vecchio Selezione Oro di oltre 12 mesi
Il PIAVE è un formaggio a pasta cotta, duro (con una umidità inferiore al 40%) , che si presenta in forma cilindrica.

Il suo nome rimanda all'omonimo fiume, che nasce alle falde delle Dolomiti Bellunesi.

Il legame fra il PIAVE e il territorio è, infatti, forte e vivo e da questo discendono molte caratteristiche uniche e distintive del prodotto: bellunese è l'area di produzione ed esclusivamente della zona è il latte utilizzato.

Legate alla tradizione della zona sono sia l'alimentazione del bestiame, basata su foraggi esclusivamente di montagna, sia la modalità di allevamento, spesso affidata all'alpeggio, ovvero alla residenza temporanea, nei periodo estivi, in pascoli alpini.

Il formaggio PIAVE è facilmente riconoscibile perchè marchiato su tutto lo scalzo in senso verticale.
Lo accompagna inoltre un timbro indicante il lotto di produzione ed un disco in carta seta, posto sul piatto superiore della forma, che riporta il nome, la tipologia e la denominazione del produttore.

Questo formaggio, ricco di sapore e di storia (che ha le radici nell'arte delle latterie turnarie e delle malghe), ha ottenuto riconoscimenti internazionali e sta gradualmente ampliando il proprio raggio oltre il tradizionale mercato veneto, verso transiti commerciali a livello mondiale.
Formaggio Piave Disciplinare Produzione Formaggio Piave
Disciplinare Produzione
Formaggio Piave
Iniziativa realizzata con il
contributo della Regione Veneto
Mese 2009 2014 2019 2020 2021 2022 2023 2024 ± % su
2023
± % su
2022
Gennaio 30.522 31.313 30.831 32.528 28.710 22.975 34.634 33.848 -2,3% +47,3%
Febbraio 28.175 31.769 28.729 38.012 31.600 19.394 32.849 35.617 +8,4% +83,6%
Marzo 34.013 35.645 35.157 38.506 41.906 24.145 38.859 36.801 -5,3% +52,4%
Aprile 32.814 37.285 32.790 40.687 36.243 27.399 28.870 36.730 +27,2% +34,1%
Maggio 30.815 33.694 34.539 38.995 38.267 29.383 36.027
Giugno 24.309 30.961 23.774 32.130 27.203 20.972 28.546
Luglio 22.050 24.135 19.905 28.517 19.484 15.092 21.387
Agosto 20.024 24.652 16.629 27.691 15.115 16.594 23.021
Settembre 18.205 24.015 16.448 22.777 14.778 17.289 17.647
Ottobre 20.290 28.712 17.801 21.028 11.662 20.533 20.521
Novembre 24.864 27.609 22.600 19.573 10.965 25.699 22.207
Dicembre 28.310 31.398 29.249 22.258 19.523 29.045 32.021
Gen-Apr 125.524 136.012 127.507 149.733 138.459 93.913 135.212 142.996
Var % ¹ -3,1% +8,4% -6,3% +17,4% -7,5% -32,2% +44,0% +5,8%
Tot Anno 314.391 361.188 308.452 362.702 295.456 268.520 336.589
Var % ¹ +0,4% +14,9% -14,6% +17,6% -18,5% -9,1% +25,3%
Ultimo aggiornamento: 18-06-2024
1) variazione sul medesimo periodo dell'anno precedente , ad eccezione degli anni 2009, 2014, 2019, per cui la variazione è calcolata sul medesimo periodo di 5 anni precedenti
(e) = stimato (estimated)
(p) = valore provvisorio
Fonte: Lattebusche
 
Produzione minima negli ultimi 5 anni
 
Produzione massima negli ultimi 5 anni